Dopo aver fatto furore nel Regno
Unito, generando anche diverse truffe ai danni dei consumatori, sono in procinto
di sbarcare in Irlanda i primi servizi premium rate SMS basati sul reverse billing.
La società mPerium,
infatti, ha annunciato la disponibilità di TextKey, un nuovo servizio rivolto
ai siti web che permette di utilizzare una nuova forma di introiti, determinati
dall’accesso ad alcune zone del sito o ad articoli a pagamento.

L’utilizzo di TextKey è semplice
e si basa sui cinque codici premium rate SMS che le autorità irlandesi hanno
stabilito per tale servizio. I siti che adotteranno TextKey offriranno una parte
dei propri contenuti ai soli utenti che posseggano un definito codice. Tale
codice viene ricevuto via SMS, il cosiddetto premium rate SMS, che una volta
arrivato sul cellulare dell’utente, addebita il costo di quel dato servizio,
nell’ordine di alcune decine di centesimi di Euro, sulla bolletta o lo scala
dal credito residuo dell’utente mobile. Basterà poi inserire il codice per entrare
nella zona del sito richiesta.

Se tale servizio è rivoluzionario
per i siti Web, che finora avevano due sole possibilità di introiti, la pubblicità
o il pagamento via carta di credito, nello stesso tempo si presta ad utilizzi
fraudolenti, visto che i premium rate SMS fanno del reverse billing la propria
forza e basta rispondere ad un SMS di richiesta in qualunque modo per entrare
in un vortice di SMS a pagamento senza uscita.