Contrordine: se è vero che esistono delle condizioni nell’accordo che ha visto la cessione a Microsoft della divisione mobile e dei Lumia, questo non impedisce a Nokia di continuare a lavorare a una proprio offerta smartphone. E, libera da ogni vincolo e condizionamento, magari tentare la strada Android come già fatto col tablet N1. Le immagini che arrivano dall'Asia sembrano proprio puntare in questa direzione.

 

Nokia C1
Nokia C1

 

La premessa da fare è che qualsiasi smartphone Nokia non potrebbe vedere la luce prima del 2016: fino ad allora l'azienda finlandese ha l'obbligo di tenersi fuori da questo mercato, visti gli accordi con Microsoft, ma questo non impedisce comunque al reparto ricerca&sviluppo di proseguire col proprio lavoro per farsi trovare pronto all'appuntamento. Il fatto che circolino immagini e presentazioni di un fantomatico dispositivo dimostra proprio questo: a Espoo intendono mettere a frutto la esperienza pluridecennale nel settore, senza sentirsi legati a un sistema operativo o a un'ecosistema in particolare.

Così come è stato con il tablet N1, lo smartphone C1 sarà dunque un dispositivo Android prodotto da un appaltatore asiatico (Foxconn?) per conto di Nokia. Facile predire che incorporerà l'interfaccia Z Launcher su una recente versione di Android, e da quello che si vede le linee del design non si dovrebbero discostare troppo da quello scelto per il primo tablet di casa.

Qualcosa trapela pure sul possibile hardware. Come nel caso dell'N1, anche in questo caso Nokia avrebbe optato in fase di progettazione per un SoC Intel abbinato a 2GB di RAM, in grado di sostenere un display 5 pollici con risoluzione 720p. Pronosticare una fotocamera da almeno 8 megapixel sul posteriore e una da 5 sull'anteriore è banale. Nella memoria ci dovrebbe essere spazio per non meno di 32GB di dati.