Importante accordo di due dei maggiori produttori
mondiali di telefonia mobile, la giapponese Sony e la svedese Ericsson. Come
affermato da fonti Sony l’accordo sarebbe già cosa fatta e dovrebbe prevedere
la creazione di una nuova società con base Londra. I termini dell’accordo comprenderebbero
la fusione dei due settori riguardanti la telefonia mobile delle due aziende
in modo tale da utilizzare l’una le conoscenze e le esperienze dell’altra nel
settore.

Mancano ancora alcuni dettagli da definire, ma
sembra proprio che il più sia stato deciso. Anche i settori di ricerca e sviluppo
dei nuovi terminali di terza generazione saranno unificati, con un’ovvia riduzione
dei costi di produzione. La quota di partecipazione nella nuova società delle
due aziende non è stata specificata. Con la cessione della produzione di terminali
alla Flextronics, sembrava che Ericsson avesse deciso di uscire dal mercato
diretto, questo accordo con Sony cambia le carte in tavola e crea un nuovo soggetto
pronto ad invadere il mercato con prodotti all’avanguardia.

Ericsson detiene attualmente il 10% del mercato
dei terminali mobili, Sony l’1%. Obiettivo di entrambe le aziende è aumentare
in un futuro prossimo queste quote, e questa nuova società aiuterà entrambe
in questo difficile compito.