Introduzione

Nel corso delle nostre prove per Telefonino.net, non avevamo mai avuto l’opportunità di testare un cellulare prodotto da Telit, ma finalmente oggi ne abbiamo la possibilità per quello che è un modello davvero interessante, il TP100, meglio conosciuto come B-Kini.
Un bi-valve che catalizza la nostra attenzione per la sua funzione core, quella che consente all’utente finale di sfruttare contemporaneamente due sim card, anche facenti capo a differenti gestori telefonici. Grazie a B-Kini, non dovremo più scegliere tra due profili, tra due rubriche, tra due sim, appunto, ma potremo integrare le nostre esigenze, ottimizzandole e veicolandole nell’uso di un unico device elettronico.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Le conseguenze di questa possibilità non sono certo di secondo piano, e fa piacere sottolineare la bontà dell’esperimento di Telit, che cerca di dribblare i blasoni della telefonia mobile commercializzando un prodotto che si distingue per una caratteristica assolutamente lontana dall’ordinario. Vedremo se in futuro i leader del settore avranno l’umiltà di raccogliere la sfida anche per ciò che riguarda questa novità introdotta da Telit.

Confezione

Telit B-Kini, ma confezione che ricorda un po’ Samsung. L’involucro è infatti molto elegante, su tutta la scatola si rincorre l’avvicendamento tra il bianco e il nero, e anche all’interno non restiamo affatto delusi dalla dotazione standard scelta per questo nuovo device.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Oltre a telefono e caricabatteria, infatti, troviamo l’auricolare (ovviamente stereo), il cavo dati standard USB-Mini USB, i manuali in Italiano e in Inglese, la pc suite alloggiata su supporto cd-rom, e non ultima una scheda di memoria aggiuntiva, una Micro SD da 128mb.

Primo Contatto

Quello che abbiamo a disposizione è un Telit B-Kini, un telefono che opera in sistema GSM tribanda, GPRS ma non EDGE. Non troviamo UMTS, non c’è ovviamente l’HSDPA, e a livello connettività non possiamo purtroppo contare nemmeno sul Bluetooth, con i collegamenti al PC relegati all’utilizzo wired del cavo dati, fornito nella dotazione standard. Reputiamo strana la scelta di Telit, anche perchè dopo una breve panoramica, ci rendiamo conto di non avere a disposizione nemmeno la porta a infrarossi. Evidentemente si è voluto puntare su altro, ma il Bluetooth è ormai un nodo imprescindibile, sui telefoni di qualsiasi fascia.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Il materiale che ricorre con maggiore insistenza sull’intera scocca è la plastica, ma la struttura è esente da scricchiolii, anche quando andremo a stritolare il bi-valve. Esteticamente, il cellulare si presenta elegante, nel suo mix bianco e nero. L’unica dimensione che penalizza in un certo senso l’idea di bellezza del terminale è lo spessore, superiore ai due centimetri: a qualcuno, il B-Kini potrebbe sembrare tozzo.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Questa, però, è solamente una impressione, spazzata via quando andremo ad aprire il flip del telefono: nella parte inferiore, comparirà la tastiera, molto simile a quella del Motorola V3, mentre sulla scocca superiore avremo il display, per la verità piccolo, in termini di dimensioni, ma molto performante. Il nostro schermo maggiore, infatti, misura 220×176 pixel, a 260.000 colori. Il display esterno, invece, ancora più piccolo e OLED, misura appena 14×106 pixel, e ci fornisce tutte le informazioni relative a chiamate perse, presenza di campo, ecc.
Da analizzare, per il primo contatto, ci rimangono dimensioni e tastiera; iniziamo dall’ingombro del telefono, che misura solo 90 millimetri in altezza, 46 di larghezza e 21.5 di spessore, il tutto a fronte di un peso di 109 grammi. L’impugnatura è affidabile, nonostante la struttura non sia così sottile.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Da spendere, infine, qualche parola per ciò che concerne la tastiera: ricorda moltissimo quella del V3, con tasti a scorrimento brevissimo, che però rispondono in maniera puntuale alla pressione delle dita dell’utente. Diversamente dal solito, proprio perchè abbiamo la possibilità di utilizzare due sim contemporaneamente, abbiamo due tasti verdi sotto il display.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Tramite questi, potremo scegliere se iniziare una chiamata voce con una sim piuttosto che con quella secondaria. Al centro della scocca inferiore, è anche alloggiato un jog multi-direzione, che ancora ricorda quello del V3.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Sui dorsi, i soliti altri soft-keys: su quello destro, abbiamo il tasto per accedere alla fotocamera, mentre su quello sinistro la slot per la sim secondaria, e le leve del volume. Nella parte inferiore, prendono infine posto gli slot per la Micro SD e quello per gli accessori (cavo, caricabatteria e auricolare).

In Prova

Vale la pena fare una carrellata generale sulle varie funzioni di questo nuovo device di Telit, per poi passare alla funzione principale, quella che rende possibile l’impiego di due sim card nello stesso momento. Iniziamo, quindi, dai caratteri generali di questo B-Kini, che non presenta brandizzazione o marchi, e che ha un sistema operativo proprietario sul quale le varie funzioni sono organizzate per icone.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

La navigazione nel menù è veramente agevole, e resa possibile dal perfetto jog centrale che rende facilissimo il passaggio da una feature all’altra. Alla parte telefonica va un voto sicuramente positivo, sia dal punto di vista audio, sia per quanto concerne la tenuta dei segnali. Il vivavoce integrato ha un volume veramente alto, ma risulta, a conti fatti, gracchiante in alcuni casi; decisamente meglio, invece, l’altoparlante integrato, che rende possibile una conversazione calda e affidabile con il nostro interlocutore.
Dicevamo della tenuta dei segnali; non si tratta di un errore: il nostro B-Kini, agendo in dual sim, presenta sul display due diverse rilevazioni, relative a prima e seconda sim. Anche con una sola tacca è possibile chiamare, ma in generale, preferiremo sempre il campo più ‘forte’, indicato sul nostro schermo.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

La messaggistica ha un solo difetto, sebbene chiamare così l’eZi text sia improprio: sarà sufficiente un piccolo periodo di apprendimento, per capire l’esatto funzionamento di questo sistema di immissione testo. Quello che rimane difficile da gestire, però, sarà sempre il salvataggio di nuovi vocaboli, una operazione molto lunga e scomoda.
Grazie al cavo dati USB-Mini USB, non abbiamo mai avuto problemi nella comunicazione tra il nostro B-Kini e il computer di casa, mentre non ci è stato possibile far conversare il device con altri cellulari, vista la doppia assenza di bluetooth e porta a infrarossi.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

La navigazione web è tra l’altro sconsigliabile, proprio perchè a disposizione abbiamo esclusivamente il GPRS: i siti wap saranno facilmente renderizzati, mentre riscontreremo notevoli problemi sulle altre pagine online. Anche stavolta, nulla da segnalare in negativo sulla parte PIM, mentre andrà fatto un discorso a parte per la rubrica (vi rimandiamo alla pagina successiva).

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Sicuramente, la multimedialità non eccelle su questo apparecchio, che presenta solamente una fotocamera a risoluzione massima 1.3 megapixel. Sprovvista di autofocus e flash, ci restituisce risultati scarsi, anche quando andremo a visualizzare le singole foto dal nostro editor delle immagini. Meglio, invece, la parte musicale, con il lettore mp3 capace di coprire ogni esigenza, pur con una grafica solo essenziale. Il tutto, su una batteria che ci consente due giorni abbondanti di utilizzo.

In Prova – Il Dual Sim

Veniamo infine ad analizzare il Dual Sim, la funzione ‘core’ che rende interessante questo nuovo prodotto di Telit. Quello che possiamo fare con il nostro B-Kini è molto semplice: utilizzare nello stesso momento due sim card, anche facenti capo a differenti gestori telefonici (quindi, se ad esempo avete una Alter Ego, i numeri che andrete a impiegare saranno addirittura tre, ammesso che ne abbiate davvero bisogno).

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

La struttura del sistema operativo con la quale andiamo a interagire per poter utilizzare le due sim card è stata ottimizzata al meglio da Telit, che ci consegna un terminale molto semplice da usare. In generale, a display avremo sempre la situazione di entrambe le schede, a partire dalla presenza di segnale: solitamente, infatti, troviamo una rilevazione, per esempio in tacche; qui, invece, ne avremo a disposizione due, con entrambi i nomi degli operatori telefonici riportati al centro del nostro piccolo schermo. La rilevazione della presenza di segnale sarà anche disponibile sul display esterno OLED.

Il nuovo Telit B-Kini
Il nuovo Telit B-Kini

Quello che faremo, ancora prima di accendere il B-Kini, sarà inserire la scheda primaria sotto la batteria, mentre alloggeremo la secondaria nello slot disposto sul dorso sinistro del device. Una volta acceso, potremo scegliere se operare con una delle due schede, oppure con entrambe, una scelta consigliabile. In questo modo, avremo a disposizione un sistema di due numeri di telefono.

Bkini
Il nuovo Telit B-kini

Nello specifico, per effettuare una chiamata, sarà sufficiente inserire il numero, e poi scegliere la sim con cui chiamarlo, tramite la pressione di una delle due ‘cornette’ verdi disposte sotto al display. Non solo: quando andremo a richiamare un contatto dalla rubrica, troveremo una lista contatti duplicata, vale a dire contenente tutti i nominativi facenti capo alle diverse sim card (accanto a ogni nome, avremo un simbolo che indicherà M – Main, oppure S – Secondary).

Bikini
Il nuovo Telit B-kini

La stessa situazione si presenta quando andremo a scorrere la lista delle chiamate, in entrata, uscita, oppure perse, ma anche quando si renderà necessario l’invio di un messaggio di testo. In quel caso, infatti, il sistema ci chiederà quale delle due sim impiegare. L’uso del GPRS è limitato alla sola SIM primaria, quindi il consiglio è di usare una flat dati sul numero di telefono che utilizzeremo di più. Va da sè, in questo senso, anche la composizione dei messaggi multimediali, possibile esclusivamente sulla nostra sim primaria.

Immagini Telit TP100 Bikini

Tutte

Dati tecnici

Supporta dual sim
Capacità (mAh) 1100
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna 32 GB
Memoria esterna T-Flash
Chipset
Reti supportate GPRS
Schermo pieghevole
Sistema Operativo
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi no
USB
Bluetooth

Foto e video

Raw
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
Zoom
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride