PRESENTAZIONE ED ESTERNO

Il Telit G83 è il diretto erede del G80; da quest’ultimo riprende alcune importanti caratteristiche (prima fra tutte le fotocamera integrata) e fa riscontrare notevoli miglioramenti, come poi vedremo nel corso della prova. Disegnato da Giugiaro, G83 si fa notare per una linea snella, slanciata e spigolosa (a mio parere estremamente gradevole), con il grande display in bella evidenza ed una tastiera minuziosa e raffinata nel disegno, ma non perde di vista l’ergonomia dato che l’impugnatura garantisce la massima comodità d’utilizzo; lodevoli le scelte dei colori e dei materiali e la precisione dell’assemblaggio, la scocca non emette alcuno scricchiolio nemmeno se sollecitata e dà una certa sensazione di solidità. Dimensioni contenute quanto basta per poterlo infilare tranquillamente in tasca (l’antenna è integrata) e peso contenutissimo, di soli 90 grammi.

PREZZO E KIT D’ACQUISTO

G83 viene venduto ad un prezzo molto competitivo, visto che attualmente costa 199 euro; il telefono, comunque, è da poco uscito sul mercato e, come sempre succede, nei prossimi mesi il prezzo si abbasserà ulteriormente.

Generalmente a questi prezzi ci si aspetta una dotazione essenziale e con il G83, la Telit conferma le aspettative, senza però dimenticare di includere l’utile auricolare con tasto di risposta. Devo ammettere che mi aspettavo qualcosa in più, se non altro perché la casa triestina mi aveva abituato ad alcuni "miracoli" nel rapporto prezzo/dotazione dei suoi telefoni (ho il G80 acquistato a 99 euro con cavo COM, auricolare e CD di serie e il G82 comprato a 64 euro con l’auricolare). Per me è un bel vantaggio possedere anche il G80 perché posso utilizzare lo stesso cavetto per collegare il telefono al PC.

DISPLAY E FOTOCAMERA

Un grande passo in avanti rispetto al G80 è stato fatto con questo display. Come nel G80, è a 65536 colori ma ora è TFT a matrice attiva e misura ben 32 mm in larghezza e 40 in altezza, con risoluzione di 128 x 160 pixel. Veramente un bellissimo display: è molto ampio, ha un’ottima intensità d’illuminazione (non però ai livelli di Nec e606 o Samsung V200) e colori estremamente brillanti; grazie alla buona risoluzione e all’ottima qualità generale, le immagini risultano limpide e molto realistiche e proprio per questo la scelta del tipo di fotocamera è davvero azzeccata: è una VGA 640 x 480 pixel che permette quindi di vedere le foto scattate belle grosse quando si passano al PC; consente molte personalizzazioni come l’ingrandimento delle immagini con lo zoom 4X, la regolazione della luminosità in una scala da 1 a 5, la scelta della luce diurna o notturna, il filtro del colore e la scelta della qualità dell’immagine fra bassa, media e alta; le cose che però sbalordiscono di più sono la strepitosa qualità delle foto scattate all’aperto con luce solare e la fluidità del movimento delle immagini, perfettamente uguale a quella reale (attivando lo zoom 2X o 4X), che non avevo mai riscontrato in altri telefoni; interessanti anche le possibilità di vedere a schermo intero ciò che si inquadra prima di scattare la foto e il piccolo specchietto posto accanto all’obiettivo sul retro del telefono che consente di fare gli autoritratti. L’unica nota negativa è la qualità mediocre delle foto scattate con poca luce, nonostante le personalizzazioni che si possono fare.
Tornando al display, sono tante le possibilità di personalizzarlo, alcune di esse sono la scelta dell’intensità e della durata dell’illuminazione ed il colore di sfondo dei menu (sono disponibili 9 spettacolari combinazioni di colori). Tutti gli indicatori (batteria, ricezione) sono ben visibili e molto precisi e c’è un led posto al di sopra del display che in condizioni di normale utilizzo si illumina ad intermittenza in verde, quando ci sono messaggi non letti o chiamate non risposte lampeggia in bianco, in fase di ricarica della batteria diventa rosso e se viene riscontrato qualche malfunzionamento lampeggia in rosso.

TASTIERA

I tasti occupano uno spazio piuttosto ristretto della superficie totale del telefono ma sono sufficientemente ampi e, nonostante siano ravvicinati, ben digitabili grazie alla loro sporgenza; sono tutti in plastica dura (molto resistenti) e quelli di controllo hanno una piacevole verniciatura cromata. Il loro uso risulta gradevole perché sono abbastanza leggeri da premere, può però capitare che in certi casi non abbiano una risposta al 100%, specialmente nell’uso più veloce. Come tasto principale per la navigazione è stato adottato un pulsante a 4 direzioni più l’OK che a mio parere è migliore dei classici mouse a puntina perché più preciso e "morbido" da spostare.

MENU E SOFTWARE

Come da tradizione Telit, i menu del G83 hanno un ordine ed una facilità d’utilizzo esemplari, secondo me al di sopra di qualsiasi altra marca di cellulari. Con la pressione del pulsante multidirezionale si accede al coloratissimo menu principale che presenta 9 icone, in ordine: Camera, Rubrica, Messaggi, Chiamate, Impostazioni, Applicazioni, Plus, Browser WAP e Servizi SIM. Ad ogni voce dei menu è associata una sequenza numerica che consente di aprire velocemente ogni singola voce una volta che si prende confidenza con il cellulare. Entrando nel menu "Impostazioni" è possibile scegliere lo stile del menu principale che può essere con le icone rotanti o disposte in file orizzontali e verticali da tre. In standby si può avere accesso ad alcune funzioni spostando il pulsante multidirezionale: verso il basso si ha accesso al menu rapido (personalizzabile con la scelta di alcune funzioni principali), verso sinistra si accede direttamente alla scrittura di un SMS/EMS, verso l’alto si apre l’agenda con vista mensile e verso destra si attiva la fotocamera. La velocità di navigazione è in generale ottima, ma si notano alcuni anomali "rallentamenti", ad esempio per impostare come sfondo una foto scattata si impiegano circa 20 secondi e per vedere l’anteprima di un MMS appena creato ci vogliono ben 25 secondi (entrambi i tempi sono cronometrati).
Il software installato nel mio G83 si chiama "5.01.006-G83", purtroppo non è molto "stabile" e presenta numerosi bug, quello più comune riguarda la fotocamera che a volte non si attiva, specialmente riscaldando il cellulare (ad esempio tenendolo in tasca); poi in certi casi risulta impossibile leggere i file audio e mentre si naviga normalmente nei menu, succede che la retroilluminazione di tastiera e display si disattiva del tutto e si è costretti a riattivarla. Ne sono presenti degli altri, ma sono molto meno importanti. Per fortuna si possono installare nuove versioni software, scaricandole al PC dal sito ufficiale Telit e trasferendole al G83 (bisogna però essere dotati del cavo COM che non è in dotazione), ma ciò non giustifica il fatto che venga commercializzato un telefono con questi assurdi malfunzionamenti perché, come era successo anche con il G80, sminuiscono gli innumerevoli pregi di un cellulare eccellente; a questo punto si spera, come è stato fatto per il G80, che le nuove versioni software raggiungano la massima affidabilità.

FUNZIONI E MEMORIA

In base al prezzo, G83 è davvero ricco di funzioni e, guardando la concorrenza, ha uno dei migliori rapporti prezzo/funzioni (anche in questo la tradizione Telit è stata confermata). Ecco alcune caratteristiche che rendono G83 un cellulare d’avanguardia: Tri Band, GPRS, Java, porta IrDA, MMS, EMS, email, T9, registratore vocale, vivavoce, chiamate a comando vocale, spegnimento automatico, calcolatrice (a nove cifre e con la radice quadrata), convertitore di valute, un altro convertitore di svariate unità di lunghezza, superficie, volume e peso, vibracall, 8 modi d’uso, sveglia (che funziona anche a telefono spento), quattro giochi integrati e una galleria dove vengono salvati fotografie e file audio. Facendo un confronto con il predecessore G80, si notano netti miglioramenti, soprattutto sotto l’aspetto della messaggistica (i menu per SMS ed MMS sono curatissimi con possibilità di salvare bozze e modelli, i termini che si aggiungono al dizionario del T9 rimangono definitivamente in memoria), poi sono stati aggiunti il supporto Java, il registratore vocale e la porta a infrarossi con cui si può fare praticamente tutto, in primo piano inviare e ricevere fotografie e file audio. A proposito di file, facendo delle prove di scambio dati via IrDA ho notato che G83 legge perfettamente i formati ".jpg" e ".gif" per le immagini e i formati ".mmf" e ".amr" per l’audio, mentre non riproduce correttamente i file ".mid".
La memoria interna del G83 (non espandibile) è di oltre 7000 KB: per il tipo di telefono e per le sue caratteristiche sono tantissimi, consentono di memorizzare un grande numero di foto, suonerie e applicazioni.

RUBRICA E AGENDA

La rubrica del G83 ha una capienza totale di 300 nominativi e ad ognuno di essi è possibile associare il nome, il cognome, tre numeri di telefono, un indirizzo email, la melodia, la fotografia, un numero di fax, un’azienda, un titolo, l’indirizzo, la città e la nazione. Fra le varie opzioni è possibile inviare un nominativo via IrDA, visualizzare lo stato della memoria, copiare i nominativi da telefono a SIM e viceversa e cancellare l’intera rubrica.
Nell’agenda (molto raffinata graficamente) si possono memorizzare fino a 75 voci con relativi descrizione (incontro, compleanno, chiamata…), orario, frequenza (giornaliera, settimanale, mensile…) ed un breve testo (max 64 caratteri). Oltre all’agenda ci sono un block-notes e un "cose da fare".

AUDIO, RICEZIONE E BATTERIA

G83 è dotato di un audio in conversazione limpido, non potentissimo come volume ma sufficientemente ben udibile; se ci si dovesse trovare in ambienti molto rumorosi, si può attivare con un solo tasto lo straordinario vivavoce, fortissimo come volume e sempre pulito nell’audio, mai visto un vivavoce del genere in altri cellulari! Un abissale passo avanti rispetto al G80 è stato fatto con le suonerie: sono finalmente polifoniche (16 toni) e, alcune di esse, impressionano per la potenza dell’audio (utilizzano lo stesso altoparlante del vivavoce!) e sono udibili anche in ambienti rumorosi come lo stadio; ce ne sono invece altre, come l’inno di Mameli, molto ben realizzate ma inspiegabilmente basse di volume; le suonerie di serie sono 21, c’è comunque la possibilità di scaricarne altre o di riceverle via infrarossi; naturalmente è presente il vibracall che è abbastanza silenzioso e molto potente.
La ricezione è praticamente la stessa dei "fratellini" G80 e G82, cioè molto buona: velocissima a trovare il segnale e stabile nel mantenerlo.
Per la batteria il discorso è particolare: la fotocamera e il livello di illuminazione massimo di tastiera e display consumano una quantità impressionante di energia e l’autonomia viene un po’ compromessa, infatti sono riuscito a scaricare completamente la batteria in meno di tre ore (utilizzando continuamente la fotocamera e tenendo l’illuminazione massima). Con un uso più normale, comprensivo di qualche foto, alcune telefonate e parecchi messaggi con illuminazione al livello 3 su 4, la durata media è di due giorni pieni; tenendo invece il cellulare in standby senza mai utilizzarlo, si può arrivare ad una settimana di autonomia.

CONCLUSIONI

G83 è un cellulare potenzialmente straordinario, che ha veramente tutto per sfondare nel mercato: prezzo contenuto, estetica raffinata e particolare, bellissimo e coloratissimo display, fotocamera integrata ed ottime qualità generali; non appena il software raggiungerà l’affidabilità massima, G83 diventerà il punto di riferimento nel suo segmento, gli effettivi concorrenti come l’Alcatel O.T.735 e il Siemens MC60 non potranno minimamente competere perché sono inferiori in tutto e per tutto (display, fotocamera, tastiera, funzioni…) e G83 potrà essere collocato in una fascia più "nobile" dei camera-phone, quella dei Motorola V525, Nec e525, Samsung E700, Sony Ericsson Z600…

PREGI

– Display: eccellente per ampiezza e qualità generali.
– Fotocamera: si accoppia alla perfezione con il display e garantisce foto eccezionali in condizioni di luce sufficientemente forte che si vedranno belle grosse nello schermo di un PC.
– Prezzo: è molto competitivo e prossimamente calerà ancora.
– Semplicità d’utilizzo: ai massimi livelli, come in tutti i Telit.

– Altoparlante: assicura un’incredibile potenza audio per vivavoce e suonerie.
– Scocca: assemblata alla perfezione con esemplare uso di colori e materiali.

– Memoria: ottimi gli oltre 7 MB e i 300 contatti in rubrica.

DIFETTI

– Software: questa versione presenta numerosi bug. Fortunatamente è possibile aggiornarlo.
– Qualità delle foto con poca luce: inevitabilmente mediocre, visto che non ci sono né flash né sistema di illuminazione integrato.
– Consumo di energia: la fotocamera e l’illuminazione massima del display "bruciano" tantissima energia della batteria.

Immagini Telit G83

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Plug in
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 780
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna
Chipset
Reti supportate GPRS
Schermo pieghevole
Sistema Operativo
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi no
USB
Bluetooth

Foto e video

Raw
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
Zoom
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride