Sono passati poco più di tre anni dalla fondazione di realme, e in questo periodo l’azienda è riuscita a collezionare una serie non indifferente di record di crescita e vendite in oltre 60 paesi, fra cui anche i mercati europei e l’Italia, dove al momento occupa stabilmente la quinta posizione fra le aziende che vendono più smartphone ma con l’ambizione di continuare a scalare la classifica già nei prossimi mesi.

Il merito è sicuramente di una gamma di smartphone ben progettata, in grado di offrire le giuste specifiche e prestazioni sempre elevate accanto a design curati e studiati per differenziarsi dalla concorrenza. Adesso l’azienda è pronta per compiere quel passo in più e lanciarsi nel mercato dei prodotti premium, con la seconda generazione dell’apprezzata serie GT. realme GT2 Pro combina infatti un design nuovo, materiali riciclati e riciclabili, e non dimentica le specifiche che lo rendono appetibile anche a gamers e a utenti più esigenti. Andiamo a vederlo nel dettaglio.

Design

Iniziamo a parlare di design, aspetto su cui realme ha da sempre concentrato buona parte della sua ricerca grazie anche a collaborazioni con designer del calibro di Naoto Fukasawa, che dopo aver progettato i modelli della Master Edition ha collaborato anche sulla nuova serie realme GT2. Se da un lato alcuni produttori di smartphone hanno pensato di ridurre l’impatto ambientale rimuovendo il caricabatteria dalle confezioni di vendita, realme ha preferito invece trovare un modo più efficace e ha progettato l’intero smartphone con l’ambiente in mente. Tutta la scocca è stata infatti realizzata con materiali riciclati e riciclabili, biopolimeri che sono stati lavorati per dare una sensazione visiva e tattile di carta, il materiale green per eccellenza.

Con due colorazioni disponibili, Paper White e Paper Green, oltre ad una terza Steel Black con un design più classico in vetro per offrire un’alternativa a chi lo preferisse, e in seguito ad un processo di affinazione di tutti i dettagli, realme ha finalmente trovato la soluzione finale con un terminale dal design comunque sottile e leggero e con curvature studiate per offrire un’impugnatura sempre confortevole.

Ma realme ha lavorato anche sulla confezione, riducendo l’uso di plastica ad un livello inferiore allo 0,3% ed utilizzando solo carta riciclata, oltre a inchiostro all’olio di soia completamente biodegradabile. Queste scelte sono valse a realme GT2 Pro una serie di certificazioni di ecosostenibilità che nessuno smartphone aveva avuto prima d’ora.

All’interno della confezione troviamo quindi lo smartphone con pellicola protettiva pre-applicata, un caricabatteria SuperDart da 65W, un cavo USB-C, una cover in silicone nero e lo strumento per l’estrazione della SIM.

Le dimensioni dello smartphone sono di 163,2×74,7×8,18mm ed il peso di 189 grammi. La parte frontale del terminale è occupata quasi interamente dal display piatto AMOLED LTPO 2.0 da 6,7” con specifiche veramente di livello alto: risoluzione 2K (1440×3216), densità 525ppi, contrasto 5 Milioni:1 e luminosità massima di ben 1400nits, supporto a oltre 1 Miliardo di colori (10-bit) con precisione JNCD=0,5, refresh adattivo da 1Hz a 120Hz, touch-rate di 1000Hz in modalità GT (720Hz normalmente), certificazione HDR10+ e 10.240 livelli di luminosità adattiva per salvaguardare la vista soprattutto quando guardiamo lo schermo al buio. Tutto questo è valso a realme la certificazione massima A+ da parte di DisplayMate, un ente indipendente che valuta i display. Troviamo poi un forellino di dimensioni ridotte per la fotocamera frontale – con supporto al face-unlock – e la protezione con il più recente Corning Gorilla Glass Victus, mentre la capsula auricolare (che funziona anche da secondo altoparlante) risulta ben nascosta sullo spigolo e praticamente invisibile.

Sul retro abbiamo il modulo fotografico composto da tre sensori e un doppio flash LED dual-tone, mentre ai lati troviamo: in alto un microfono per la cancellazione dei rumori; a destra il tasto di accensione; a sinistra il bilanciere del volume; in basso la porta USB-C, il microfono principale, la griglia altoparlante e lo slot per le due nano SIM.

Una cosa che ci è piaciuta molto del display, oltre naturalmente all’accuratezza dei colori e alla visione molto buona dei contenuti video, è la sensazione al tocco soprattutto quando andiamo ai bordi: nonostante si tratti di un display piatto, infatti, sono stati rimossi gli inserti laterali andando a fondere il vetro direttamente con il metallo del frame laterale, eliminando così quell’effetto spigolo e portando l’esperienza molto simile a quella degli schermi curvi.

Aggiungiamo poi la presenza del sensore d’impronta ottico di settima generazione sotto al display, che qui acquista la doppia funzione di misuratore della frequenza cardiaca.

Caratteristiche

Trattandosi del primo premium flagship di realme, l’azienda non poteva non scegliere il chipset più premium attualmente sul mercato, ovvero il Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1, un octa-core fino a 3GHz con processo produttivo a 4nm ed il primo con supporto al nuovo set di istruzioni ARMv9, con grafica Adreno 730 e modem X65 per il 5G. Accanto al processore troviamo poi 12GB di RAM LPDDR5 e 256GB di memoria di archiviazione UFS 3.1, ma l’azienda porta in Italia anche una versione con 8+128GB di memoria disponibile solo online. Non manca l’espansione dinamica della RAM, di cui realme è stata pioniera, che ci permette di utilizzare fino a 7GB di memoria interna come RAM virtuale.

Oltre al supporto alle nuove bande 5G sub-6 gestite dal modem X65 di Qualcomm abbiamo naturalmente la compatibilità con le reti di generazioni precedenti, dal 4G LTE fino al 2G, e fra le connettività abbiamo poi WiFi 6E, Bluetooth 5.2 con supporto ai protocolli audio aptX HD, NFC, GPS dual-band con supporto a tutti i sistemi di navigazione globali. Non manca anche il pacchetto completo di sensori: doppio sensore di luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio, magnetometro. L’audio è stereo grazie ai doppi altoparlanti, supporta il Dolby Atmos ed è di ottima qualità come realme ci ha abituato già dai tempi di X2 Pro: guardare un film in streaming con questo display e questo sound è sempre un piacere!

Le prestazioni ci sono sembrate sempre soddisfacenti, e non poteva essere altrimenti con questo hardware. realme ha comunque fatto la sua parte aggiungendo una rinnovata modalità GT 3.0 in grado di mettere il turbo quando si gioca o si eseguono applicazioni particolarmente pesanti, ed un sistema di raffreddamento a vapore e acciaio INOX ulteriormente migliorato, arrivando a comprendere 9 strati di materiali termoconduttori, fra cui uno in gel di diamante che risulta particolarmente efficace nel controllo delle temperature. Decisamente piacevole anche la vibrazione, che grazie al nuovo motore lineare su asse X permette di avere un’esperienza tattile superiore.

Ottima anche la ricezione, sia per le chiamate che per le connettività wireless, grazie al nuovo array di antenne che ci permette di impugnare lo smartphone come preferiamo, sia in modalità verticale che orizzontale, riuscendo sempre a ricevere i segnali. Abbiamo apprezzato poi il nuovo sistema di antenne per l’NFC, che a differenza di quanto accadeva in precedenza ci permette di effettuare pagamenti contactless senza dover necessariamente poggiare lo smartphone in corrispondenza del sensore, ma rende la lettura rapida ed efficace anche con smartphone più distante ed inclinato.

Andando a parlare di autonomia, abbiamo una batteria da 5000mAh ai polimeri di litio che già da sé riesce a garantire una durata superiore alla giornata intera, e che abbinata alla ricarica SuperDart da 65W ci permette di non doverci mai preoccupare del livello di carica: bastano infatti pochi minuti per un’autonomia di diverse ore, e la ricarica completa da 0 al 100% avviene in poco più di mezz’ora.

Il sistema operativo è la nuova realme UI 3.0, basata su Android 12, che porta un design ancora più personalizzabile, una nuova generazione di intelligenza artificiale, un controllo più accurato della privacy e dei permessi delle app, e una nuova modalità PC Connect che ci permette di gestire lo smartphone da un PC Windows e di trasferire con semplicità file fra computer e telefono.

Da sottolineare poi la decisione di realme di supportare i nuovi realme GT2 Pro per ben 3 anni di aggiornamenti del sistema operativo e 4 anni di patch di sicurezza, indubbiamente una notizia importante che farà piacere ai fan del brand e non solo.

Fotocamera

Andiamo ad esaminare quindi il comparto fotografico, altro aspetto su cui realme ha sempre concentrato i suoi sforzi riuscendo ad ottenere sempre buoni risultati. GT2 Pro porta una dual 50MP camera, presentando un upgrade non solo sulla fotocamera principale ma anche su quella ultra-grandangolare, così da ottenere scatti nitidi in qualsiasi condizione. Ma non si tratta solo dei sensori adottati, ma anche del software, che ci permette di catturare immagini chiare e vivide anche in notturna ed anche con il grandangolo.

Esaminando i sensori abbiamo una cam principale Sony IMX766 da 50MP (dimensione 1/1,56”, pixel da 1µm e binning 4-in-1, apertura f/1.8, focale equivalente di 24mm per una visione a 84,4°, doppia stabilizzazione OIS + EIS, sistema a 6 lenti e autofocus PDAF omni-pixel omnidirezionale), un’ultra-grandangolare Samsung JN1 da 50MP (dimensione 1/2,76”, pixel da 0,64µm e binning 4-in-1, apertura f/2.2, focale equivalente di 15mm e sistema a 6 lenti) ed una lente microscopica Galaxy Core da 3MP (apertura f/3.0, pixel da 1,75µm, autofocus e ingrandimento fino a 40x) per immagini e video (fino a 720p) che riescono a vedere particolari invisibili ad occhio nudo. La tripla-cam è in grado di registrare video fino a 8K@24fps o 4K@60fps, con una stabilizzazione particolarmente efficace grazie alla combinazione fra OIS ed EIS.

Le dimensioni del sensore principale sono in grado di catturare un quantitativo di luce superiore a quanto accade con altri sensori fotografici, ma a questo si aggiunge il nuovo algoritmo di realme che scatta sei fotogrammi in un tempo molto ridotto e li combina, così da ottenere foto più luminose e dettagliate anche nelle condizioni più estreme. Parlando invece di grandangolare, se in modalità classica abbiamo una visione a 119° per foto grandangolari standard, il sistema di lenti scelto da realme ci permette di selezionare anche una visione a 150°, per catturare un campo ancora più ampio senza presentare distorsioni troppo accentuate. In modalità 150° possiamo anche scegliere la visione Fish-Eye ed ottenere immagini particolarmente creative.

Fra le modalità di scatto, oltre alle ormai collaudate Nightscape, Cielo Stellato, Tilt-Shift e ai ritratti con Bokeh sia classico che dinamico, e oltre alle già citate grandangolari a 150°, troviamo delle nuove foto 3D con diversi effetti che aggiungono un movimento allo sfondo creando un effetto divertente e creativo. Non manca poi la modalità Strada, che realme ha introdotto con GT Master Edition e che ci permette di scattare foto particolarmente suggestive di scene di vita urbana. Manca purtroppo la lunga esposizione smart che abbiamo visto su realme 9 PRO, ma l’azienda ci ha rassicurato che arriverà presto anche su realme GT2 Pro con un prossimo aggiornamento dell’app Fotocamera.

Aggiungiamo poi, per chi cerca soluzioni ancora più pro nella fotografia, la possibilità di scattare con profondità di colore a 10-bit, ottenendo così oltre un miliardo di colori; di catturare immagini in formato RAW Plus (a 12-bit, in aggiunta al RAW standard) e video in formato LOG, così da avere a disposizione molti dettagli in più da sfruttare in post-produzione.

Per i selfie abbiamo invece un sensore Sony IMX615 da 32MP di dimensione 1/2,74”, pixel da 0.8µm e binning 4-in-1, apertura f/2.4 e focale di 26mm per una visione a 80,6°, in grado di registrare video fino a 1080p@30fps.

Dobbiamo dire di aver apprezzato molto i progressi dell’elaborazione d’immagine ottenuto su realme GT2 Pro, con risultati buoni in ogni condizione di scatto. Fra le nostre preferite rimane la modalità Strada, che grazie al filtro omonimo e alla nuova funzione Peek&Zoom ci permette di ottenere foto all’aperto dai colori ben calibrati e di ottima qualità. Anche la modalità 150° ci viene incontro quando vogliamo scattare foto panoramiche, riuscendo a includere un’intera piazza cittadina o una vista montana in uno scatto unico.

Segnaliamo anche l’ottima applicazione per la galleria fotografica, che offre molte opzioni di editing al livello di app professionali, compresa la possibilità di cancellare persone o oggetti indesiderati in modo semplice e veloce.

Disponibilità e prezzo

realme GT2 Pro è disponibile a partire dal prossimo 8 marzo 2022 su Amazon e nei migliori negozi di elettronica e telefonia, oltre che sul sito del produttore realme.com/it. Il prezzo consigliato è di €849 per la versione 12+256GB e di €749 – scontati a €649 per le prime settimane dal lancio – per la versione 8+128GB disponibile solo online.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 5000
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 12 GB
Memoria interna 256 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 3 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 (8 core)
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,LTE,5G
Nome GPU Adreno 730
Pixel per Inch (ppi) 509
Luminosità in NITS (candele/mq) 1400 NITS
Rapporto d'aspetto 20,1:9
Protezione Gorilla Glass Victus
Schermo pieghevole
Tipo di pannello LTPO AMOLED
Diagonale 6,7"
Risoluzione 3216x1440
Interfaccia utente realme UI
Sistema Operativo Android (12)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 6E
USB Type-C v2.0
Bluetooth v5.2

Foto e video

Numero sensori 1
Risoluzione massima
1 32Mpx
Frame rate (fps) 30
Apertura focale 2.4,,,,
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 3
Raw
Flash Doppio LED
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 50Mpx 2 50Mpx 3 3Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Stabilizzatore
1 OIS
Apertura focale (f)
1 1.8 2 2.2 3 3.0
Massima risoluzione video 4320p
Zoom
1 Digitale 3 Ibrido(40x)
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità