Ed ecco, in anteprima per Telefonino.net, la prova del primo dei telefoni della nuova serie E di Nokia, quella dedicata a un’utenza business per eccellenza. Abbiamo infatti avuto la possibilità di provare l’E60, all’uscita del quale seguirà a breve la commercializzazione dell’E61 e dell’E70.

Confezione
Solito cartonato Nokia, solita scena di vita quotidiana che tradisce il target del nostro device: un manager impegnato nell’uso del telefono in una sorta di garage.
All’interno troviamo l’apparecchio, la batteria, il caricabatteria (con plug standard, non mini come gli ultimi serie N) l’auricolare (fortunatamente mono) il cavo dati e i manuali, oltre al cd con la Suite.
Non c’è altro. Purtroppo nella confezione (import) manca una scheda di memoria (utilizza le RS-mmc DV), il che è un passo indietro rispetto le dotazioni standard degli ultimi modelli della casa finnica.

Primo contatto
Aprendo la confezione, il primo impatto con il Nokia E60 è positivo, le dimensioni non sono propriamente contenute, 115 x 49 x 17 millimetri, ma il peso è davvero esiguo in rapporto alle dimensioni (117 grammi) e lo spessore tanto limitato da far si che il taschino della giacca o della camicia sopportino tranquillamente il suo ingombro.
Il sistema operativo a bordo è il symbian serie 60 3° edizione, praticamente quello a bordo degli ultimi Nokia, N80 in testa.
Il telefono in prova non è brandizzato da alcun operatore, è un dual mode UMTS/GPRS triband (900, 1800, 1900) dotato di tecnologia EDGE (utile solamente se avete Tim come operatore e se non siete sotto copertura UMTS).
La connettività è completa: all’ormai indispensabile bluetooth, si affiancano gli obsoleti infrarossi e il ben più moderno wi-fi.
La connessione wired è assicurata dal cavo dati dotato di poport e terminazione USB.
I materiali sono di buona qualità: è tutta plastica, ma la sensazione è di un assemblaggio curato, esente da scricchiolii e giochi, il che ci fa percepire un buon grado di robustezza, nonostante il peso contenuto.
Forse la verniciatura appare esposta a graffi, ma è più una sensazione che una constatazione effettiva.
Acceso il telefono, rimaniamo basiti dal display.
E’ il migliore visto finora su di un telefono! Un gradino sopra N80, il quale è sì definito ma forse poco luminoso e con i bianchi che virano al giallino; qui ci troviamo di fronte a un display dalla medesima risoluzione (352×416) ma dalla nitidezza decisamente migliore e da una resa del bianco fenomenale. Abbiamo provato a visualizzare una fotografia e siamo davvero rimasti a bocca aperta.
Tutta questa grazia la si apprezza anche nell’uso corrente dove troviamo dei caratteri ben definiti e visibilità perfetta anche all’aperto.
La tastiera è ben dimensionata, finalmente niente più unghie per schiacciare i tasti o rischi di premere contemporaneamente più pulsanti. Qui la pressione da esercitare sulla tastiera è corretta, la dimensione umana e decisamente gestibile.
Inoltre il joystick centrale cliccabile è rivestito di gomma, il che lo rende di una praticità unica nell’uso.
Lateralmente, troviamo i pulsanti per alzare e abbassare i volumi e quello per attivare registratore e chiamata vocale (in base alla durata della pressione).
Superiormente il classico pulsante di accensione.

Non ci dilungheremo molto sul menù, comune a tutta la serie symbian, molto simile agli ultimi Nokia nati.
Tuttavia la disposizione delle icone è ottimizzata per un’utenza professionale, così come i programmi che troviamo nelle cartelle.
Solita disposizione 3 righe per 4 colonne (comunque si può sempre passare alla visualizzazione a lista) personalizzabile a piacere.
La cosa che balza subito all’occhio è la velocità dei menù e la velocità nell’eseguire le operazioni, velocità sconosciuta ad altri symbian.
Forse il merito è dell’assenza della fotocamera, o forse di una ulteriore ottimizzazione del software (dopo il miglioramento fatto con questa serie symbian), fatto sta che sembra di trovarsi davanti ad un device dotato di sistema operativo proprietario.
Altra importante novità è la possibilità di ruotare di 90° il display in qualsiasi applicazione, feature utilissima nella visualizzazione delle foto o nella navigazione web.
L’estetica del menù beneficia del display, risultando oltremodo piacevole. Comunque c’è sempre la possibilità di modificare i temi, anche se, vista l’indole business, di serie ne troviamo pre-installato solamente uno.
Passiamo ora alla parte telefonica: ottima! Siamo ai livelli dei migliori Nokia e cito, ad esempio, il 6310.
Ricezione superba (testata in 3g), handover veloce così come la ripresa del segnale uscendo da zone scoperte e, non ultima, una qualità audio in conversazione davvero elevata, con volumi addirittura fastidiosi se tenuti verso le ultime tacche di volume.
Anche chi chiamiamo ci sente bene, segno che il microfono svolge bene il suo compito.
Le suonerie squillano fin troppo forte, così come il volume del vivavoce, quasi ai livelli della serie communicator (che rimane comunque inarrivabile).

Ovviamente presenti i modi d’uso e la personalizzazione estrema di qualsiasi suono per qualsiasi evento.
Il telefono è UMTS ma privo di qualsiasi fotocamera, il che esclude la possibilità di effettuare videochiamate, anche se possiamo riceverle e inviare al chiamato/chiamante una fotografia a nostra scelta.
La parte messaggistica è leggermente diversa dai soliti serie 60.
Nel menù messaggi, infatti, questi vengono visualizzatio a gruppi di 20 dei quali ci viene visualizzato il mittente e una breve anteprima del messaggio stesso.
Comodo e possibile grazie alla risoluzione del display.
Per il resto nulla di nuovo da segnalare oltre all’ottima gestione della messaggistica da parte dei symbian Nokia.
Anche la configurazione delle mail (assistita) non ha portato problemi, anzi, siamo riusciti a configurare correttamente ben 5 account diversi (non sappiamo quale sia il limite, non ci siamo spinti oltre nella ricerca, ritenendolo superfluo).
Presente l’opzione di recupero automatico, addirittura configurabile per orari e giorni della settimana.
Purtroppo le mail html non vengono visualizzate come sul client dei communicator o come su outlook, ma la parte testuale ci è sempre arrivata perfettamente leggibile.
La facilità di configurazione del telefono è estrema, infatti l’E60 è dotato di autoconfiguratore in base alla sim che infiliamo nel telefono.
MMS e punti d’accesso non saranno più un problema. Anche la configurazione dei punti d’accesso Wi-Fi è estremamente semplice e permette di collegarsi anche a reti criptate con WPA, più sicuro del classico WEP. L’assegnazione di IP e DNS può essere automatica (DHCP) o manuale.
Insomma qualsiasi rete wi-fi accetterà questo E60. Comodo il fatto che se apriamo il browser o qualsiasi altro programma che richieda l’accesso al web, prima di tutto il telefono, se settato, faccia una ricerca delle reti wireless eventualmente presenti e disponibili.
Il bluetooth, connesso al nostro pc, ad altri telefoni e all’auricolare motorola 850 non ha mai dato segni di defaillance o pairing mancati. Siamo arrivati a 2 dispositivi connessi contemporaneamente (gps,e auricolare), ma il libretto cita la possibilità di collegare fino a 6 dispositivi bluetooth: notevole.

Per quanto riguarda la navigazione web, l’E60 ha a bordo un ottimo browser che, combinato al fantastico display, rende l’esperienza della navigazione non solo fine a se stessa, ma davvero utile e produttiva. Anche la funzione di zooming della pagina e della funzione "indietro" che permette di scegliere di quante pagine andare indietro (visualizzandone una miniatura) riteniamo siano plus non da poco. Alternativamente al browser di serie si può installare l’ultimo nato di casa Opera, l’8.6, purtroppo a pagamento per questo E60, ma che consente, anche lui, una navigazione davvero efficace, con la possibilità di aprire più finestre e, grazie alla funzione del S.O. di questo E60, la navigazione a tutto schermo in orizzontale. La velocità è elevata grazie alla connettività UMTS, così come la stabilità data dall’ottima sezione telefonica.
I programmi che girano su questa serie symbian stanno iniziando a essere commercializzati: è uscito il primo antivirus, opera, altri programmi di utilità. Manca solamente l’aggiornamento dei software di navigazione gps per dire che il parco software è già buono. Presente, ovviamente, il motore Java; opera mini gira bene, ma, sinceramente, è il primo terminale sul quale non ne sentiamo il bisogno, se non per motivi di contenimento di banda.

La rubrica e l’agenda sono le classiche, complete e ben fatte come sempre, con una gestione vocale perfetta che riconosce, automaticamente, senza bisogno di impostazioni, i comandi vocali. Utile un programma di assistenza vocale che ci permette di fare alcune operazioni senza guardare il telefono, grazie alla voce guida che ci legge le informazioni a display.
Ampio spazio invece alla novità di questo telefono, la possibilità di visualizzare ed editare file office. Questa chance è infatti data da programmi residenti nella memoria del telefono che, dobbiamo ammettere, sono davvero ben fatti. Complice la risoluzione del display e la possibilità di ruotarlo di 90°, le visualizzazioni di un foglio excel o di una presentazione power point sono davvero un’esperienza. Siamo riusciti ad aprire tranquillamente presentazioni da oltre 3Mb senza rallentamenti di sorta. La modifica, invece, causa una tastiera standard e non qwerty non è propriamente comoda ed è da considerarsi "di emergenza", sebbene funzioni al meglio.
Oltre a questo, sempre residente sul telefono, è presente un software di gestione di un’eventuale antenna GPS. Non è un vero e proprio sistema di navigazione, in quanto non è possibile inserire della cartografia, ma dati due punti sul globo (fornendogli quindi le coordinate geografiche), questo programma ci dirà la direzione da seguire per raggiungere il punto B grazie al segnale GPS. Oltre a questo, avremo sott’occhio la velocità istantanea, quella media, la posizione e lo spazio percorso.
Per quanto riguarda la multimedialità del telefono, pur essendo un terminale serioso, quindi assenti radio e fotocamera, siamo davanti a un telefono che visualizza fotografie e filmati in maniera egregia e che riproduce mp3 molto bene, grazie al player della serie 60 ben fatto. Oltretutto la memoria di serie, già ampia, può essere espansa grazie a rs-mmc-dv (purtroppo di serie non ce ne sia nemmeno una misera da 64 mb).
Altro aspetto che ci ha favorevolmente impressionato è stata la durata della batteria. Nonostante sia una classica blc5, e nonostante il display, il wi-fi e chi più ne ha e più ne metta, raggiunge un’autonomia ben più che sufficiente. Non siamo ai livelli del 6310, ma, in ottica 3G, riusciamo a coprire l’arco di 2 giornate con un utilizzo prettamente business, quindi almeno 1 ora di chiamate al giorno, mail controllate di frequente, una decina di sms e numerose consultazioni dell’agenda.
Concludendo, possiamo sicuramente affermare che, per chi può fare a meno della fotocamera, è sicuramente un ottimo telefono, con il quale telefonare seriamente, ma non solo……

Immagini Nokia E60

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Plug in
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 970
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna 30 MB
Memoria esterna RS MMC
Chipset
Reti supportate GPRS,EDGE,UMTS
Schermo pieghevole
Interfaccia utente 60
Sistema Operativo Symbian 9.1 (3rd Edition)
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi 3
USB
Bluetooth

Foto e video

Raw
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Zoom
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride