Separato alla nascita dal P8, l'alter ego dello smartphone Huawei ha qualcosa da dire nell'affollata fascia media del mercato.

Honor 7 è un prodotto che amplia l’offerta del marchio giovane di Huawei: corpo in metallo, lettore di impronte digitali, fotocamera posteriore da 20 megapixel, batteria capiente, ce n’è abbastanza per classificare questo smartphone nella fascia medio-alta del mercato sebbene il suo prezzo sia decisamente contenuto rispetto a certa concorrenza.

Come già detto in altre occasioni, Huawei ha adottato una politica molto attenta per differenziare tra di loro i prodotti che lancia sul mercato: le somiglianze dell’Honor 7 con il P8, da noi già recensito, sono evidenti a partire da molti aspetti della scheda tecnica fino all’estetica, ma ci sono comunque tante piccole o grandi differenze che rendono questo un telefono comunque diverso dal cugino sviluppato nello stesso periodo a Pechino.

Confezione come di consueto di color turchese per Honor: al suo interno alimentatore e cavo USB-microUSB, oltre alla indispensabile manualistica e alla pin per estrarre il vassoio unico per SIM e microSD. Mancano come ormai consuetudine le cuffie auricolari, che Honor preferisce vendere separatamente.

Due le colorazioni disponibili, entrambe variazioni del colore argento: più chiara la versione con frontale bianco, più scura quella col frontale nero (la più bella delle due probabilmente).
Le somiglianze estetiche con il P8 lanciato lo scorso anno sono più che evidenti nel caso dell’Honor 7: non pensiate però che si tratti di device fotocopia, visto che ad esempio la posizione della fotocamera e del flash LED sono diverse, così come sono state fatte delle aggiunte non trascurabili per ciò che riguarda l’input/output. Di base però il linguaggio del design è lo stesso: corpo in alluminio con finitura "effetto seta", bordi smussati e forma piuttosto piatta (mentre il Mate S è rastremato), angoli arrotondati che minimizzano l’ingombro e rendono un telefono da 5,2 pollici abbastanza comodo da impugnare.

Iniziamo a scorgere le prime differenze sul posteriore: la fotocamera (da 20 megapixel contro i 13 del P8, ma priva di stabilizzazione ottica) è sempre piazzata in alto ma è perfettamente centrata sull’asse verticale ed è dotata di una cornice molto più ampia di quanto non era sul P8. Sotto di essa c’è un altro accessorio che mancava sull’altro smartphone, ovvero il lettore di impronte digitali: come di consueto si tratta di un sensore sensibile e preciso, che ormai Huawei ha iniziato anche a sfruttare per incorporare alcune gesture che permettono di accedere a diverse parti dell’interfaccia. Da segnalare in alto e in basso la presenza di due bande in materiale plastico ma perfettamente in tinta con il resto del corpo, che nascondono sotto di esse le antenne integrate.

Come sul P8, anche sull’Honor 7 ci sono due griglie sulla parte bassa che nascondono l’altoparlante di sistema (mono) e il microfono principale, divise dal connettore microUSB. In alto invece c’è il microfono secondario e il jack audio da 3,5mm: da segnalare inoltre la presenza di un emettitore infrarossi, utile per sfruttare il telefono come telecomando universale. Sul lato destro dell’unità troviamo i consueti pulsanti di accensione/standby e il bilanciere per la regolazione del volume, mentre sul lato sinistro ci sono ben due elementi da evidenziare: il primo è il vassoio "doppio" che ospita alternativamente una nano SIM e una microSD, o due nano SIM. Il secondo è una trovata inedita sui terminali Honor: uno "smart button" configurabile via software, che può essere impostato per lanciare un’app o eseguire un’operazione specifica a seconda se venga premuto una volta, due volte, o se oggetto di una pressione prolungata.

Sul frontale c’è una dotazione standard ma piuttosto completa: fotocamera frontale da 8 megapixel con flash LED per i selfie, sensori di luminosità e prossimità, LED di notifica nascosto nella griglia della capsula auricolare. Assente qualsiasi tasto fisico per l’interfaccia di Android. Le cornici dello schermo sono sottili quanto quelle del già più volte citato P8.

La batteria è totalmente integrata, ed è da 3.100mAh: questa, e il corpo in metallo, giustificano un peso pari a 157 grammi un po’ sopra la media, racchiusi in un corpo dalle misure di 143,2×71,9 millimetri e con uno spessore di 8,5mm leggermente superiore a quello del P8. L’ergonomia si mantiene comunque buona, anche se proprio come nel caso del P8 i bordi non sono arrotondati.
Il SoC scelto da Huawei per l’Honor 7 è di nuovo un HiSilicon fatto in casa: si tratta del Kirin 935, che rispetto al già testato 930 cambia solo la frequenza massima raggiunta dal cluster di potenza. Nel complesso parliamo di un octa-core costruito a 28nm, con quattro CortexA53 da 1,5GHz e quattro CortexA53e da 2,2GHz (variante leggermente più potente del design precedente) con una GPU Mali-T628. Come nel caso del P8 ci sono 3GB di RAM a bordo, anche in questo caso abbinati a 16GB di storage espandibili tramite lo slot microSD.

Per il Kirin 935 valgono esattamente le stesse considerazioni fatte per il 930: è un processore abbastanza potente per tutti gli usi, anche se non raggiunge le stesse performance di grido di altre soluzioni concorrenti. Huawei (Honor) però conosce a fondo questo hardware e può trarne il massimo sia in termini di autonomia che di connettività: c’è ad esempio il WiFi dual-band (a 2,4 e 5GHz) con il supporto ai protocolli 802.11 a/b/g/n/ac, c’è il Bluetooth 4.1 e c’è ovviamente l’LTE Cat.6 (300mbit) che opera a pieno regime con un’ottima ricezione. In questo aspetto, tra l’altro, c’è una grossa differenza rispetto al P8: in quel caso il WiFi opera solo a 2,4GHz e l’LTE arriva solo a Cat.4 (150mbit), sebbene il numero di bande supportate dal P8 sia superiore rispetto all’Honor 7.

Alla pari la resa dello schermo, che esattamente come sul P8 è un 5,2 pollici FullHD (1080p) costruito con tecnologia IPS-Neo: la densità di oltre 420ppi garantisce rispetto alla bontà delle immagini, così come i colori sono saturi senza eccessi e non ci sono problemi particolari al variare dell’angolo di visione. Leggermente meglio centrato il bilanciamento dei colori rispetto all’altro smartphone, ma in nessuno dei due casi l’utente finale dovrebbe preoccuparsi realmente di questo parametro.

Ci aveva convinto il pacchetto P8 per il bilanciamento tra i diversi elementi del telefono, a maggior ragione ci convince questo Honor 7: qualche aggiunta qua e là fanno senza dubbio di questa unità un interessante prodotto da valutare.
A bordo dell’Honor 7 troviamo Android Lollipop 5.0.2 con interfaccia EMUI 3.1: il device è già candidato a essere aggiornato ad Android Marshmallow 6.0 nelle prossime settimane, e probabilmente in quella occasione anche l’interfaccia proprietaria di Huawei sarà aggiornata alla release 4.0. Rispetto a quanto abbiamo visto sul P8, inevitabile metro di paragone, non ci sono cambiamenti significativi all’interfaccia e alla dotazione complessiva in fatto di app: le modifiche più significative riguardano la gestione dello Smart Button e del lettore di impronte digitali.

Quest’ultimo in particolare è stato dotato negli ultimi aggiornamenti del firmware di tutta una serie di gesture che hanno aumentato il numero di utilizzi che si può fare di questo sensore dopo che il telefono è stato già sbloccato: si può richiamare la tendina delle notifiche scorrendo col dito dall’alto in basso, si può richiamare la schermata con le ultime app aperte con il dito che va da giù a su, e in linea di massima Huawei sta cercando di trovare sempre più utilizzi possibili per questo elemento che è sempre letteralmente a portata di mano quando si impugna lo smartphone. Discorso analogo per lo Smart Button, che permette di creare una scorciatoia hardware per velocizzare tre diverse operazioni che si è soliti svolgere spesso col proprio smartphone.

Navigazione Internet e posta elettronica non hanno problemi sull’Honor 7: le performance sono adeguate sia con il software di sistema che con Chrome e Gmail, e la qualità delle antenne garantisce fluidità nel caricamento assieme ai 3GB di RAM e al ben ottimizzato Kirin 935. Conosciamo già le altre qualità dell’EMUI, che con l’app Gestione Telefono permette di tenere sotto controllo il consumo di memoria ed energia del software in esecuzione, e con la modalità di risparmio energetico ultra consente di allungare decisamente l’autonomia sacrificando però la parte smart dello smartphone. Difficile che se ne senta il bisogno nel corso della giornata, comunque, visto che il comportamento della batteria integrata è davvero ottimo.

Parte telefonica di ottimo livello, con una ottima ricezione e una buona qualità di capsula auricolare e microfoni. Bene anche l’altoparlante di sistema, come quello del P8, che ha una potenza complessiva adeguata a tutti gli usi (comprese le chiamate in auto in vivavoce) e una resa equilibrata a tutte le frequenze con una piccola carenza di bassi inevitabile vista la misura del terminale.

Bene la parte fotografica: peccato manchi la stabilizzazione ottica (OIS) al sensore posteriore, che invece mostra per il resto buone performance e soprattutto gira video di qualità superiore a quella mostrata dal P8. Merito probabilmente del sensore da 20 megapixel montato, ma potrebbe anche darsi che Huawei stia portando avanti un percorso che progressivamente migliorerà questo aspetto che fin qui ha costituito un punto debole del suo comparto multimediale. Bene anche la selfie-camera, anche grazie all’efficace flash LED anteriore.

Si gioca e si guardano video con soddisfazione sull’Honor 7: il processore ha abbastanza potenza per sostenere la grafica FullHD, e non ci sono problemi particolari neppure nel decodificare i flussi video fino alla risoluzione 4K.
Honor 7 è un prodotto che si va a piazzare appena sotto il Huawei P8 e sopra l’offerta dei vari P8lite, Honor 6 e 6+ dell’azienda cinese. A Pechino stanno facendo un lavoro certosino per non creare sovrapposizioni eccessive tra i diversi prodotti e per creare un’offerta equilibrata che spazi in tutte le fasce di prezzo.

L’acquisto di un prodotto Honor è di fatto una scelta che per lo più riguarda un pubblico giovane, in cerca del miglior rapporto prezzo-prestazioni, o la platea di utenti più smaliziati che sanno di trovare la qualità Huawei (che è ormai stabilmente la terza forza a livello globale) in uno smartphone maturo e completo sotto quasi ogni aspetto. Chi sceglie Honor 7 ottiene un device che potrebbe tranquillamente essere paragonato anche all’offerta di fascia alta dei concorrenti, con un prezzo invitante e dotazione "alla moda" come la fotocamera da 20 megapixel e il lettore di impronte.

Come già nel caso del P8, anche questo Honor 7 è frutto di un progetto equilibrato: non ci sono lacune particolari da evidenziare, anche se ovviamente il risultato finale non arriva alle prestazioni massime nei singoli comparti che sono invece ottenute dai prodotti flagship di casa Huawei o di qualsiasi altro marchio blasonato. Con un prezzo su strada che si aggira sui 330 euro si tratta comunque di un acquisto azzeccato per chi è in cerca di un prodotto capace di garantire buone prestazioni: autonomia e longevità di questo smartphone, che sarà aggiornato anche ad Android Marshmallow, dovrebbero essere più che adeguate per qualsiasi acquirente.

Dati tecnici

Accessori
Tipo di sim card supportata Nano
Supporta dual sim
Batteria
Velocità di ricarica in milliAmpere per ora (mAh) 3100
tipo di batteria Li-ion
Ricarica wireless
Memoria
RAM 3 GB
Memoria interna 16 GB
Memoria esterna Micro SD
Navigazione
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass
Processore
Chipset Hisilicon Kirin 935 (8 core)
Processore 4xCortex-A53e + 4xCortexA53
Rete mobile
Reti supportate EDGE,UMTS,HSUPA,EDGE
Schermo
Diagonale 5,2"
Sistema operativo
Interfaccia utente EMUI 3.1
Sistema Operativo Android 5.0.2
Connettività
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth LE/EDR/A2DP
WiFi Tipo 802.11 a/b/g/n/ac
USB Micro USB v2.0
Bluetooth v4.1

Foto e video

Camera frontale
Risoluzione massima
* specifiche per sensore
Camera posteriore
Raw
Flash (cam. posteriore) Doppio LED
Risoluzione massima
Frame rate (fps) , cam. posteriore 30
Stabilizzatore (cam. posteriore)
Risoluzione massima foto
Risoluzione massima video
* specifiche per sensore

Sensori

Biometria
Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride

Notizie Honor 7

Tutte

Immagini Honor 7

Tutte