Un Capolavoro Attuale

Correva il terzo trimestre del 2001, un anno purtroppo ricordato da tutti per alcuni fatti tragici passati alla Storia. Gli attentati statunitensi dell’11 settembre, l’incidente aereo di Linate, ma anche l’omicidio della giornalista Maria Grazia Cutuli, uccisa in Afghanistan.

Ericsson T39
Ericsson T39

Sul versante della telefonia mobile, e non poteva essere che così, lo stesso periodo viene ricordato con sentimenti differenti, e nonostante un paragone sia sciocco e stupido, soprattutto per un modello che da lì in poi ebbe il merito di segnare in positivo le stagioni a seguire.

A produrlo fu Ericsson… Attenzione, non SonyEricsson ma la svedese Ericsson. Nel 2001, le Volvo e le Saab si vendevano ancora, a Stoccolma non erano ancora state aperte due sedi delle agenzie interinali destinate esclusivamente agli operai e ai colletti bianchi licenziati proprio dalla Volvo, e si andava verso galoppando verso il 2002.

Ericsson T39
Ericsson T39

Sony ed Ericsson si sarebbero da lì a poco fuse lanciando sul mercato il T68, ma l’ultimo colpo di coda in solitaria della compagnia svedese

Taking You Forward

Nel 2001 eravamo abituati agli sms, i semplici messaggi di testo, e magari a qualche altro messaggino con le faccette, i cosiddetti ems. Le e-mail? Chi vi scrive aveva appena vent’anni, e le e-mail non erano ancora entrate nella nostra vita quotidiana… nemmeno negli appuntamenti particolari!

Ericsson T39
Ericsson T39

Eppure, Ericsson ci portò avanti, inserendo in un sistema operativo basico ma intuitivo un client e-mail che poteva contare sul protocollo di scambio dati GPRS. Slot 3+1, e la possibilità di navigare wap. In più, il bluetooth a incuriosire gli acquirenti, molti dei quali non sapevano ancora di cosa si trattasse.

Ericsson T39
Ericsson T39

A testimoniarlo era l’auricolare mono fornito nella dotazione di vendita, che non sfigurerebbe rispetto a quelle di oggi, specialmente nella versione asiatica -mc comprensiva di caricabatteria da auto e gancio per la cintura (presente anche nell’abito europeo).

<img src="/app/uploads/new_files/images/global/Ericsson-T39-53_39808_1.jpg" alt="Ericsson T39 " width=

Il Design e La Funzionalità

Design pulito, malgrado i materiali si logorassero ben presto nei punti di appoggio, e una tastiera molto larga. Questi gli altri due aspetti con i quali avrebbero fatto i conti i possessori di T39, che offriva pulsanti ben distanziati, ma forse troppo morbidi e inadeguati a soddisfare le esigenze dei messaggiatori incalliti.

Ericsson T39
Ericsson T39

Personalmente, avremmo preferito una maggiore resistenza, e una corsa più breve, mentre i pochi soft keys funzionavano alla perfezione. A quest’ultima, si aggiungono una valanga di ricordi una volta premuto il tasto rosso di accensione e fine chiamata. Il bip singolo, l’animazione retrò ma nello stesso tempo attuale, e poi un display sul quale sono contenute tutte le informazioni delle quali abbiamo bisogno.

Ericsson T39
Ericsson T39

Le suonerie erano squillanti, monofoniche, il menù consisteva di sette voci che riuscivano comunque a coprire ampiamente il parco delle funzioni disponibili. La qualità audio? Ottima, con la ricezione abbondantemente nella media e un audio da telefono fisso. Il T9?

Immagini Ericsson T 39

Tutte

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata Plug in
Supporta dual sim
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna
Chipset
Reti supportate GPRS,HSCSD
Schermo pieghevole
Sistema Operativo
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi no
USB
Bluetooth

Foto e video

Raw
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
Zoom
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride