Xiaomi cresce del 90% all’anno nell’Europa occidentale, parola del presidente Shou Zi Chew. Un dato impressionante, raccontato durante la cinquantesima edizione annuale del “World Economic Forum”,che ha portato il colosso cinese a guadagnarsi il posto di quarto produttore di smartphone all’interno nel nostro mercato.

Xiaomi: una potenza nel nostro mercato

Che il gigante degli smartphone sia in forte crescita in Europa occidentale non è un segreto. Non solo Xiaomi vende milioni di smartphone nel nostro mercato, ma anche la smart mobility pare sia un settore in cui il produttore continua a crescere: attualmente, i suoi mezzi di trasporto elettrici rappresentano il 17% del totale dei prodotti venduti in Europa.

Grazie agli ottimi risultati raggiunti dall’azienda, a partire dall’ultimo trimestre del 2019 Xiaomi è diventata un vero e proprio produttore internazionale: solo nei primi tre trimestri dello scorso anno, la multinazionale ha raggiunto introiti per 10 miliardi di dollari, di questi il 50% proviene da mercati al di fuori della Cina.

Naturalmente, il colosso orientale non ha la minima intenzione di fermarsi. Oltre a essere pronto a stupire ancora i suoi utenti con una serie infinita di dispositivi smart, Xiaomi ha in mente di lanciare almeno una decina di smartphone con supporto al 5G nel solo 2020: siamo abbastanza certi che un bel po’ di questi modelli saranno riservati anche al mercato dell’Europa occidentale, amplificando ulteriormente le possibilità di crescita del produttore.

Ah, quanto tempo è passato da quando era necessario importare dalla Cina uno smartphone Xiaomi e poi doverci mettere mano per poterlo utilizzare (ben consci che la temutissima “banda 20” comunque non c’era!)… quanti bei ricordi!

Fonte:Gizchina