Buone nuove per Xiaomi. L’azienda cinese pare sia riuscita a vendere ben 6 milioni di unità del Mi Band, il suo bracialetto smart per il fitness che esegue un monitoraggio costante del sonno e del’attività fisica. La notizia è stata lanciata dal sito Xiaomi Today. Questo non è però il dato di vendita all’utenza finale: in questi casi si parla di “shipped units”, ossia ci si riferisce ad una stima del numero di unità che l’azienda ha prodotto e consegnato ai suoi distributori ufficiali in tutto il mondo. Ciò detto, si tratta comunque di un notevole risultato.

Questa informazione, peraltro, arriva meno di due mesi dopo che Xiaomi ha annuciato di aver raggiunto il traguardo dei 4 milioni, dunque le vendite del primo e unico wearable di questa società procedono a gonfie vele. Il Mi Band è molto semplice, basilare nelle sue funzioni – non ha nemmeno uno schermo – eppure agli utenti piace, cinesi e non. Il suo vero punto di forza, oltre al fatto di riuscire a restare acceso per circa 30 giorni con una sola carica, potrebbe essere il prezzo visto che lo si può trovare in vendita per meno di 20 Euro (spese di spedizione incluse in certi casi). Lo si può acquistare anche dall’Italia attraverso siti come AliExpress, eBay o Amazon.

Xiaomi Mi Band
Xiaomi Mi Band

Secondo un recente report stilato da IDC, nel primo trimestre del 2015 Xiaomi sarebbe diventato il secondo più grande produttore mondiale di wearable. Un dato molto interessante, se si tiene conto che l’azienda sta già preparando una nuova versione del dispositivo: un Mi Band 2 potrebbe essere lanciato già nei prossimi mesi.

Ma non solo. Stando a quanto riportato qualche mese fa dal sito di informazione hi-tech cinese 36Krypton, all’orizzonte per Xiaomi ci sarebbe anche un altro dispositivo intelligente da indossare: uno smartwatch. L’apparecchio, che si pensa abbia una cassa circolare, potrebbe essere ormai già pronto e in fase di test.