Xiaomi Smart Glasses sono appena stati annunciati come un “concept di dispositivo indossabile mai visto prima”. Fra poche ore, l'OEM cinese terrà un grande evento, all'interno del quale possiamo aspettarci di vedere un sacco di nuovi telefoni (e forse anche tablet). Ma l'azienda aveva anche qualcosa da mostrarci oggi: strano che questo gadget non sia stato incluso nell'evento di domani. Ci viene da pensare che, forse, la compagnia cinese volesse rubare la scena ad Apple?

Xiaomi Smart Glasses: come funzionano?

Ad ogni modo, divagazioni a parte, stiamo parlando degli Xiaomi Smart Glasses appena svelati. Questi sono, ovviamente, occhiali intelligenti, anche se la società li presenta come “lo sguardo di un ingegnere in un futuro avanzato“. Sono un “concept di dispositivo indossabile intelligente“, non un prodotto reale con una data e un prezzo di vendita.

Diciamo “purtroppo” perché sembrano molto interessanti (sulla carta) e assomigliano quasi ad un normale paio di occhiali, come potete vedere. Gli Smart Glasses pesano solo 51 g e possono visualizzare notifiche, effettuare chiamate, aiutare con la navigazione, scattare foto e tradurre il testo in tempo reale “proprio davanti ai vostri occhi”. C'è anche una funzione di teleprompter.

Il display utilizza MicroLED per la retroilluminazione e il chip dello schermo misura solo 2,4 mm x 2,02 mm, circa le dimensioni di un chicco di riso, stando a quanto dichiarato dalla società. I singoli pixel hanno una dimensione di 4μm, i quali consentono al display di adattarsi alla cornice degli occhiali. È un pannello monocromatico ultra efficiente, che può raggiungere una luminosità di 2 milioni di nits quando necessario e guardare direttamente la luce solare intensa.

Il display MicroLED utilizza la tecnologia a guida d'onda ottica che rifrange la luce a 180 gradi, e quindi trasmette con precisione i fasci di luce all'occhio umano “attraverso la microscopica struttura a reticolo della lente a guida d'onda ottica“.

Questa struttura a reticolo incisa sulla superficie interna della lente degli occhiali permette alla luce di essere riflessa in un modo unico, attraverso il rimbalzo di fasci di luce innumerevoli volte, e permettendo all'occhio di vedere un'immagine completa. Tutto questo viene fatto in un'unica lente, non utilizzando complicati sistemi di ottiche multiple, specchi o mezzi specchi.

L'assistente XiaoAI è il “metodo di interazione principale” con gli occhiali. Consente solo alle notifiche più importanti di arrivare all'utente e non disturba con ogni singola notifica ricevuta dal telefono: vedrete allarmi domestici intelligenti, informazioni urgenti dalle app dell'ufficio, messaggi dai contatti importanti e altre cose simili.

Gli occhiali sono dotati di doppi microfoni e altoparlanti beamforming, quindi si può rispondere alle chiamate. C'è una fotocamera da 5 MP sulla parte anteriore per le immagini e gli Smart Glasses possono trascrivere l'audio in testo con traduzioni in tempo reale.

Per abilitare tutte queste funzionalità, gli Smart Glasses dispongono di un processore ARM quad-core, di una batteria al loro interno, di un touch pad, moduli Wi-Fi e Bluetooth e, curiosamente, anche di una versione di Android sotto la scocca.

Non c'è che dire: un plauso a Xiaomi.

Fonte:Blog Xiaomi