Secondo un recente rapporto trapelato sul web, i marchi di smartphone in Cina stanno lavorando su dei chipset 5G proprietari.

Xiaomi e OPPO: in arrivo SoC 5G sub 6 GHz

Mentre Qualcomm e MediaTek sono i due principali fornitori di SoC per smartphone, un numero crescente di OEM cinesi sta lavorando al lancio dei propri processori mobili proprietari.

Secondo un rapporto del DigiTimes, questo numero di aziende produttrici include giganti della tecnologia come OPPO e Xiaomi, che stanno lavorando allo sviluppo del proprio SoC 5G. Inoltre, la notizia arriva anche in un momento in cui il mondo sta lottando contro una grave carenza di semiconduttori a livello mondiale che ha colpito varie industrie (gaming, automotive, telefonia, elettrodomestici) in tutto il mondo. Ciò ha persino indotto le aziende a lottare per fornire semiconduttori per i loro prodotti. In particolare, i produttori di chip flash NOR hanno affermato che un numero maggiore di clienti è ora disposto a stipulare anche contratti di fornitura a lungo termine.

Allo stesso modo, la domanda da parte dei clienti MCU è forte anche nelle aziende di backend. Per chi non lo sapesse, si vocifera che OPPO e Xiaomi annuncino i loro processori interni sub 6GHz 5G entro la fine del 2021 o al massimo, all’inizio del prossimo anno. Questo farebbe sì che entrambe le compagnie si uniscano ai ranghi di altri produttori di chip favolosi (aziende che progettano i propri chip ma la produzione su contratto altre società).

Un altro fornitore che sta lavorando anche sui propri chip include Unisoc, che pare che voglia competere con i produttori di chip rivali, Qualcomm e MediaTek, secondo fonti vicine alla questione. Parlando delle aziende di back-end, aziende come SE Technology, Greatek Electronics, Lingsen Precision Industries e Orient Semiconductor Electronics (OSE) continuano a vedere una forte domanda di MCU che vengono utilizzati in una vasta gamma di prodotti elettronici di consumo, assistenza medica e persino automotive.

Fonte:DigiTimes