Una scelta fondamentale, considerando l’attuale emergenza sanitaria dovuta alla pandemia di Coronavirus: Xiaomi offre adesso la possibilità per l’utente di usufruire di assistenza e riparazione del proprio smartphone con ritiro e consegna a domicilio. Ecco come funziona la novità.

Xiaomi ritira e consegna a domicilio

Dobbiamo tutti rimanere a casa per combattere la pandemia di Coronavirus, ma questo purtroppo non esclude che lo smartphone possa rompersi. Per questo, l’iniziativa di Xiaomi è decisamente lodevole. Infatti, il suo servizio post-vendita adesso si occuperà direttamente di ritirare gli smartphone che necessitano di riparazione e riconsegnarli poi direttamente a casa del proprietario, una volta pronti.

Il servizio è completamente gratuito per tutti i terminali ancora in garanzia ed è già attivo dal 15 marzo, con proseguimento senza interruzioni fino al 15 aprile. Gli smartphone la cui scadenza della garanzia è prevista proprio in questo periodo, potranno beneficiare di un’estensione di 3 mesi. Inoltre, Xiaomi si impegna a prolungare a 45 giorni totali il tempo previsto per esercitare il diritto di recesso.

Per usufruire del sistema di assistenza e riparazione con ritiro e consegna a domicilio, è sufficiente chiamare l’800 690 921 (che è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 20:00 e il sabato dalle ore 9:00 alle ore 18:00).

Un’iniziativa che, in questo delicato momento, decisamente semplifica la vita dei proprietari di dispositivi Xiaomi.