Nelle ultime beta della MIUI 10 di Xiaomi, l’interfaccia utente personalizzata di Android del produttore cinese, sono state introdotte anche alcune importanti funzionalità, come la protezione da parte del modulo Wi-Fi e una versione rivisitata di Digital Wellbeing, lo strumento di Google che, in ottica di benessere digitale, tiene traccia di quanto e come usiamo lo smartphone.

Benessere digitale

Grazie alla personalizzazione per la gestione del benessere digitale, gli utenti di device Xiaomi possono, ad esempio, consultare quante volte avete sbloccato il device, il numero di notifiche ricevute, il loro flusso orario, quanto tempo si è utilizzato il device nell’arco della giornata e su quali app. Queste informazioni vengono fornite su base giornaliera, settimanale e mensile.

Entrando nel dettaglio di ciascuna app si può anche osservare le frequenze di accesso e analizzare quali sono i momenti della giornata, i giorni della settimana ed i periodi del mese in cui sono stati registrati un maggior numero di accessi, con le relative durate. Le stesse informazioni e gli stessi grafici sono disponibili per le notifiche e gli sblocchi del cellulare. Possibile anche impostare dei timer, per mettere un limite all’utilizzo all’utilizzo quotidiano di una o più applicazioni, qualora sia necessario. Se impostato, trascorso il timer, il sistema notificherà il raggiungimento del limite prefissato. La notifica può comunque essere ignorata, senza che l’app venga bloccata.

La funzionalità per la gestione del benessere digitale è stata individuata su MIUI 10 beta (versione 9.4.15) distribuita sugli Xiaomi Mi 8 SE.

Protezione Wi-FI

La beta della ROM MIUI 10 introduce anche una dispongono anche della funzione Wi-Fi Probe Protection, che dovrebbe proteggere i dati trasferiti da o sul dispositivo tramite una connessione senza fili. La funzione dovrebbe randomizzare l’indirizzo MAC dello smartphone, nascondendo il MAC address reale ai router WLAN. In questo modo viene impedito ad eventuali hacker e cybercriminali di poter tracciare il proprio smartphone tramite questo parametro. Una funzione molto utile nel caso in cui si faccia accesso, più o meno spesso, alle reti Wi-Fi pubbliche.

Questa protezione del modulo Wi-Fi è disponibile sia sui recenti build MIUI beta basati sia su Android 8.1 Oreo che su Android 9 Pie.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: XdaDevelopers