WINDTRE comunica che da alcuni giorni nelle nuove attivazioni di SIM ricaricabili e non è attivo di default il blocco dei servizi a contenuto.

WINDTRE Blocco dei servizi: una scelta coerente

Il blocco tecnico, anche chiamato in gergo barring, permette di non incorrere nell’attivazione dei fastidiosi abbonamenti a giochi o suonerie che arrivano via SMS.

In pratica con un promozione a 10€ al mese è possibile che il nostro credito residuo scenda in un batter d’occhio proprio per causa dell’attivazione di questi servizi non richiesti. Questo però avviene anche per i clienti con abbonamento che si ritrovano in bolletta oltre al canone della tariffa anche il costo dei servizi a sovrapprezzo.

Il più delle volte è possibile chiamare il servizio clienti 159 e richiedere la disattivazione di questi abbonamenti con il relativo rimborso dei soldi detratti.

Con il blocco attivo di default questo problema non sorgerà più nelle nuove SIM dell’operatore WINDTRE. Il barring oltre a bloccare l’attivazione di questi servizi indesiderati blocca alcune numerazioni estere che ad esempio potrebbero servire ai clienti di nazionalità straniera che vogliono mettersi in contatto con i propri cari.

Inoltre, l’operatore, permette di attivare un vero e proprio antivirus, il WINDTRE Security Pro, per proteggere il proprio smartphone da eventuali attacchi esterni, il barring classico, infatti, non permette di proteggersi al 100% da tutte le vulnerabilità presenti nel web.

Fonte:Mondo Mobile Web