A sostegno della lotta globale contro il Coronavirus, WhatsApp ha appena annunciato due iniziative: il Coronavirus Information Hub e la donazione di 1 milione di dollari contro la diffusione delle notizie false.

WhatsApp contro COVID-19

La pandemia del Coronavirus sembra, al momento, inarrestabile. Molte sono le aziende che, in un modo o nell’altro, stanno cercando di dare un contributo per l’emergenza globale e tra queste, da oggi, rientra anche il servizio di messaggistica istantanea più famosa al mondo. Parliamo di WhatsApp che – in partnership con l’OMS, l’Unicef e l’UNDP – apre il Coronavirus Information Hub. In buona sostanza di tratta di un sito – whatsapp.com/coronavirus – che ha ha lo scopo di mettere a disposizione una guida rivolta a coloro che per varie ragioni utilizzano WhatsApp per comunicare.

Il COVID-19, a detta della compagnia, ha portato in Italia a un incremento, rispetto ad un anno fa, del 20% delle chiamate e dei messaggi: per sostenere questa incredibile mole di dati, WhatsApp ha conseguentemente quasi raddoppiato la capacità del server.

Inoltre, Coronavirus Information Hub offre consigli e risorse su come trovare informazioni attendibili sulla salute e suggerimenti su come contrastare il diffondersi fake news, che ultimamente hanno iniziato a pullulare sempre di più in Rete.

Sappiamo che i nostri utenti stanno utilizzando WhatsApp più che mai in questo momento di crisi, sia che si tratti di amici e persone care, sia che si tratti di medici, pazienti o di insegnanti e studenti. Volevamo mettere a loro disposizione una risorsa semplice, che potesse aiutare le persone a stare in contatto in questo momento.

Accanto a questo centro di scambio di informazioni e consigli attendibili, WhatsApp ha annunciato la donazione di 1 milione di dollari per sostenere il fact-checking della #CoronaVirusFacts Alliance, che si estende a più di 100 organizzazioni locali in almeno 45 paesi in tutto il mondo e che combatte la diffusione di notizie false.