Nelle ultime settimane, una nuova funzionalità di WhatsApp è stata rilasciata in beta per Android ed iOS. Si tratta dell’utilissima possibilità di gestire l’inserimento automatico all’interno dei gruppi, che potrà essere limitato oppure completamente bloccato.

Dopo un periodo di test in beta, finalmente la funzionalità è pronta per il rilascio all’interno della versione stabile dell’applicazione. Il rollout dell’update dovrebbe essere già iniziato a livello globale: entro poche ore dovrebbe raggiungere tutti gli smartphone abilitati a riceverlo. Intanto, ecco come disabilitare l’inserimento automatico all’interno dei gruppi di WhatsApp.

WhatsApp: nei gruppi solo su invito

Le istruzioni che stiamo per fornirvi sono valide sia per sistema operativo Android che per iOS. Dopo che l’atteso update sarà arrivato sul vostro smartphone, il cambio delle impostazioni relativo ai gruppi sarà molto semplice, basterà seguire alcuni semplici step:

  • aprire l’applicazione di WhatsApp;
  • scegliere la scheda delle “impostazioni”;
  • selezionare la sezione “privacy“;
  • all’interno della voce “gruppi” sarà possibile decidere di lasciare abilitato l’inserimento automatico all’interno dei gruppi, limitare la possibilità ai soli contatti presenti all’interno della rubrica oppure disabilitarla completamente. Nell’ultimo caso, quando qualcuno cercherà di aggiungervi ad un gruppo riceverete un invito che potrete decidere di accettare o rifiutare.

Dunque, finalmente sarà possibile avere più controllo ed evitare di ritrovarsi all’interno di gruppi che non rispecchiano i nostri interessi. Una novità particolarmente interessante per una serie di motivi. Infatti, l’inserimento non richiesto all’interno di un gruppo può essere non solo fastidioso, ma anche pericoloso: qualche tempo fa, vi abbiamo raccontato dell’esistenza di una serie di gruppi a tema pedopornografico sfuggiti al controllo del team di sicurezza della piattaforma di messaggistica istantanea.

whatsapp

Purtroppo, sembra che le attività illecite che sfruttano il servizio siano molte di più di quello che si potrebbe pensare, esistono addirittura delle applicazioni di terze parti che forniscono un vero e proprio catalogo di gruppi, suddivisi per argomento e corredati da link di accesso. Nonostante queste app siano state rimosse dagli store ufficiali, non è complicato reperirle in rete. Dunque, proteggersi limitando l’inserimento automatico all’interno dei gruppi potrebbe rivelarsi un utile metodo per aumentare il livello di sicurezza e proteggere la propria privacy.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: WhatsApp