Vodafone Italia ha annunciato oggi il lancio commerciale per le aziende e il mondo consumer dei servizi UMTS con Vodafone Mobile Connect Card, disponibile da fine febbraio. Dopo la fase di sperimentazione, partita a dicembre scorso con cui Vodafone Italia aveva aperto la rete con tecnologia UMTS, coinvolgendo oltre 200 aziende fra cui il Comune di Torino, Nestlè, Ras e Unicredito Italiano, tutti i clienti Vodafone possono accedere ai servizi di terza generazione. La compagnia telefonica ha già coperto con la rete UMTS 41 città che diventeranno 125 entro la fine di aprile 2004, corrispondenti al 30% della popolazione.

‘La terza generazione è da oggi una realtà per i nostri 20 milioni di clienti – ha commentato Vittorio Colao Amministratore Delegato di Vodafone Italia. Abbiamo investito molto nelle infrastrutture necessarie per partire con l’UMTS, assolvendo per altro in anticipo agli obblighi di licenza. In più i nostri clienti, che già utilizzano il roaming GPRS, a breve potranno muoversi e comunicare in tutta Europa utilizzando sempre le reti UMTS di Vodafone’.


Vodafone Mobile Connect Card UMTS

Vodafone Mobile Connect Card UMTS è il primo prodotto in Italia che integra le funzionalità UMTS e GPRS, in grado quindi di trasmettere fino alla velocità di 384 Kbit/sec in aree di copertura UMTS, mentre fuori da queste aree la Connect Card UMTS ritorna su tecnologia GPRS utilizzando la rete GSM, grazie ad un modulo radio dual mode. Il collegamento alla rete 2.5G e 3G avviene automaticamente senza che il cliente debba preoccuparsi di nulla.

Nasce comunque spontanea qualche perplessità sul valore dell’annuncio del ‘lancio UMTS’ di Vodafone, che appare più che altro dettato dalla necessità di dimostrare a tutti i costi di essere partiti con i servizi UMTS. Come più volte hanno evidenziato i portavoce di altre compagnie telefoniche, anche in Italia, la distribuzione di alcune centinaia di PC Card da computer difficilmente può essere definito un lancio commerciale UMTS a tutti gli effetti. Vodafone, comunque, ha dichiarato che sperimentazione dell’UMTS sui telefoni cellulari è ancora in corso, in previsione del lancio entro l’anno non appena saranno disponibili terminali di alta qualità e affidabilità.