Vodafone Italia chiude il semestre al 30 settembre 2008 raggiungendo 30.182.000 clienti mobili (+3,5% rispetto al 30 settembre 2007) con clienti abbonati che aumentano del 34%.
Nel semestre sono stati lanciati i nuovi servizi di banda larga fissa Vodafone, che affiancano l’offerta di Tele2: i clienti complessivi sono pari a 656 mila in crescita del 45,7% su base organica rispetto a settembre dello scorso anno.

I ricavi da servizi sono pari a 4.196 milioni di euro, in aumento dell’8,2% rispetto al semestre a settembre 2007 anche grazie al contributo dato dall’acquisizione di Tele2. Su base organica i ricavi da servizi crescono dello 0,9% rispetto al semestre chiuso il 30 settembre 2007.
Nei servizi voce, i volumi di traffico sono aumentati del 11,8% rispetto al semestre a settembre 2007, stimolati dalle nuove offerte e dal focus sui clienti ad alto valore. I ricavi da traffico voce, nonostante la crescita dei volumi, scendono del 3,1% rispetto al semestre a settembre 2007 a 2.821 milioni di euro, a causa della riduzione dei prezzi e delle tariffe di terminazione.

Il calo dei ricavi voce è stato compensato dal buon andamento dei ricavi dati e messaggistica, in aumento del 14,1%. L’incidenza sul totale dei ricavi da servizi ha raggiunto il 22,4%. In particolare la crescita dei ricavi da messaggistica è stata del 5,9% rispetto al semestre dello scorso anno, grazie al successo di iniziative che incentivano l’uso dei messaggi a prezzi sempre più convenienti. I ricavi da servizi multimediali e da banda larga mobile sono cresciuti del 36,8%, grazie al successo della Vodafone Internet Key, e alla diffusione di terminali UMTS/HSDPA, che al 30 settembre 2008 si attestavano a 8.736.000 unità registrate sulla rete Vodafone, il 42,9% in più  rispetto all’anno precedente.

"I risultati del semestre, ottenuti in un contesto economico non facile, confermano la validità del nostro percorso basato sulla centralità del Cliente e sulla innovazione nella telefonia mobile e fissa – ha commentato l’Amministratore Delegato di Vodafone Italia, Paolo Bertoluzzo – La crescita nella banda larga mobile e nei servizi di rete fissa ha bilanciato il calo dei ricavi nel mobile tradizionale, dovuto ad una competizione sempre più serrata. Vodafone in Italia – ha aggiunto Bertoluzzo – conferma l’impegno a investire per lo sviluppo  della propria rete di nuova generazione, sia mobile che fissa”.