La società Ampere Analysis ha comunicato che durante il 2020 il mercato dei videogiochi console ha incassato circa 53.9 miliardi di dollari, Sony domina seguita da Nintendo e Microsoft.

L’analisi effettuata include la vendita di hardware, videogiochi, accessori e servizi associati al mondo delle console. Il 43% degli introiti deriva da Sony Playstation e dalla vasta gamma di prodotti e servizi sviluppati dalla società giapponese, segue Nintendo con il 31%. Resta in coda Microsoft che perde 1 solo punto percentuale rispetto al 2019, sostenendo il 23% del mercato.

Leggi anche : Epic Games VS Google: la battaglia legale continua in Australia

Il successo delle console Sony è ormai una certezza per l’industria videoludica, domina il mercato detenento quasi la metà delle quote. La leadership sulla vendità di videogiochi fisici spetta a Nintendo, oltre a vantare ben 26 milioni di Switch vendute in tutto il mondo, sembra che gli utenti affezionati alla società preferiscano ancora l’acquisto di videogiochi in copia fisica.

Lato software è ancora Playstation la regina incontrastata del gaming da salotto, circa il 50% delle vendite digitali sono da attribuire a Sony. In termini generali il mercato degli store digitali è cresciuto fino al 67% rispetto al 59% del 2019, con ogni probabilità la situazione sanitaria globale e i vari lockdown hanno contribuito a spostare l’utenza verso l’acquisto dei giochi in digitale.

Ampere Analysis sostiente che nel 2021 ci sarà un incasso ancora maggiore per il mercato console, raggiungendo circa 58.6 miliardi di dollari. Questi dati potrebbero risultare verosimili, alla luce del debutto delle console di nuova generazione e dell’aumento di prezzo dei titoli di punta.

Fonte:Gamesindustry