I prossimi smartphone Android faranno a meno dell’ormai diffusissima porta micro USB a favore della più recente USB Type-C. Il nuovo standard sta iniziando a diffondersi lentamente e, dopo MacBook Air 12, annunciato giusto qualche giorno fa dall'azienda di Cupertino, anche il prossimo Chromebook Pixel adotterà questa tecnologia.

Google è intenzionata a sfruttare le enormi potenzialità di USB Type-C non solo sui prossimi Chromebook, ma anche su smartphone Android. Rispetto alla tradizionale micro USB, i vantaggi del nuovo standard USB Type-C sono innumerevoli. Una delle particolarità più apprezzate è senza dubbio la reversibilità: proprio come il connettore lightning di Apple, con USB Type-C non dovremo più preoccuparci del verso di inserimento. Rispetto alla micro USB, il nuovo connettore risulta leggermente più grande: 8,4 x 2,6 millimetri. Le prestazioni sono superiori a quelle dell'USB 3.0, con velocità che possono arrivare anche a 10 Gbps. Inoltre, sarà possibile non solo trasferire dati e ricaricare il terminale contemporaneamente, ma verrà data anche la possibilità di trasmettere un flusso video con risoluzioni che arrivano a 4K.

Il nuovo standard USB Type-C
Il nuovo standard USB Type-C

Come anticipato, USB Type-C consente ai produttori di utilizzare un unico connettore per tutte le funzioni, offrendo un notevole vantaggio in termini di design. Allo stato attuale USB Type-C ha fatto la sua comparsa su due computer portatili (MacBook Air 12 e Chromebook Pixel) ma, come affermato dallo stesso Adam Rodriguez (product manager di Google) in un video appena pubblicato, in futuro ci saranno molti dispositivi Chromebook e smartphone Android con questo tipo di connettore.