L’AGCOM esprime soddisfazione per l’approvazione ricevuta da parte della Commissione Europea del modello italiano di regolazione delle tariffe di terminazione degli operatori alternativi.

L’AGCOM ricorda che la necessità di utilizzare nel periodo transitorio la leva delle tariffe asimmetriche più che in altri Paesi dell’Unione Europea è dettata dalla necessità di garantire la persistenza di una concorrenza sostenibile in un mercato altamente competitivo e ad elevata evoluzione tecnologica, qual è quello italiano.

Il Presidente Calabrò ha dichiarato “Sono molto soddisfatto del riconoscimento del Commissario Reding sul lavoro svolto e sulla proficua interlocuzione con la Commissione Europea che ha portato alla definizione del provvedimento sulla terminazione fissa. Esamineremo con attenzione le osservazioni che la Commissione ha formulato”.

L’Autorità si impegnerà nel contempo affinché i meriti proconcorrenziali e le specificità del modello italiano vengano tenute in conto nell’ambito dei lavori del gruppo dei regolatori europei (ERG).

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum