Ormai ci siamo, come tutti gli anni, anche questo settembre potremo assistere alla "rivelazione" del nuovo iPhone. L’ormai immancabile rito che Apple celebra come fosse il suo Natale e che tutti, "fedeli" e non "fedeli", attendono con grande curiosità.
Al momento non si sa ancora niente di certo, ma i leak non sono mancati e i più noti analisti hanno già tracciato una probabile fisionomia di quello che sarà il prossimo iPhone. Abbiamo dunque cercato di mettere ordine e tirare le fila dei rumor più accreditati, per tirar fuori le principali caratteristiche di quello che si delinea come un dispositivo non rivoluzionario (a differenza di quello che è stato l'iPhone 6 rispetto ai precedenti) ma sicuramente migliore in numerosi aspetti se confrontato all'iPhone 6.

 

iPhone 6S
iPhone 6S

La fotocamera sarà di gran lunga migliore e avrà una risoluzione di 12
megapixel.
I miglioramenti dovrebbero essere particolarmente
significativi per gli scatti in condizioni di scarsa luminosità, da
sempre uno dei punti deboli di tutti gli smartphone. Probabile anche la
possibilità di girare video in 4K. Anche la fotocamera anteriore è in
predicato di migliorare notevolmente: riprese a 1080p, slow motion, foto
panoramiche e flash.

 

Force Touch
iPhone 6S Force

Il display implementerà il "Force Touch", come l'Apple Watch. L'iPhone 6S riconoscerà la forza con cui premiamo sullo schermo, reagendo di conseguenza. Si apriranno dunque nuove possibilità nelle interfacce: una forte pressione su un'icona potrà farne richiamare le proprietà, oppure, se esercitata su una mappa, consentirà di inserire un pin.

 

iPhone 6S
iPhone 6S

Potrebbe scomparire il pulsante Home. Qui il condizionale è d'obbligo
perché, per quanto affascinante, questa ipotesi è molto azzardata. Nel
caso in cui si dimostrasse vera, la lettura delle impronte digitali
avverrebbe sullo schermo ma, lo ripetiamo, è un'ipotesi piuttosto remota
e che, probabilmente, vedremo implementata solo nel 2016.

Sarà presentato il 25 settembre. Qui la previsione è più difficile, mentre il mese è pressoché certo, la data esatta sarebbe riportata da una mail filtrata dallo staff di Vodafone in cui si citava anche il 18 settembre come data di inizio dei pre-ordini.
Resteranno due versioni, 4.7 pollici per l'iPhone 6S e 5.5 pollici per l'iPhone 6S Plus. Molti hanno speculato sul possibile ritorno di una versione più piccola, con lo schermo di 4 pollici, ma non c'è stata alcuna evidenza in merito.

 

iPhone 6S - Leak
iPhone 6S – Leak

Saranno più resistenti, ma anche più ingombranti. Più fonti hanno convergono nell'ipotizzare che per la costruzione dell'iPhone 6S verrà utilizzato lo stesso tipo di alluminio adottato per l'Apple Watch Sport. Cosa che garantirà una resistenza superiore del 60%. Questa scelta potrebbe comportare un aumento delle dimensioni, anche se minimo: 0,15 millimetri in altezza e 0,2 millimetri di spessore. Nel complesso, il nuovo iPhone non dovrebbe apparire molto diverso dall'attuale.

 

iPhone 6S A9
iPhone 6S A9

Il nuovo processore si chiamerà A9 e, oltre a essere significativamente più veloce, garantirà consumi più bassi e, dunque, una maggiore durata della batteria. Inoltere possiamo dire addio ai 16 GB. Il nuovo taglio minimo per la memoria interna dell'iPhone sarà 32 GB.

Infine una conferma sul nome: iPhone 6S. Ormai sono tutti concordi che difficilmente Apple
tradirà la convenzione stabilita. Per l'iPhone 7 se ne parlerà nel 2016.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum