Con l’intento di mettere fine alle innumerevoli discussioni nate attorno alla vicenda delle batterie che esplodevano sul Galaxy Note 7, Samsung sarebbe in procinto di pubblicare un libro bianco con un report completo e dettagliato di quanto successo realmente fino alla decisione di ritirare lo sfortunato phablet dal mercato. Secondo quanto dichiarato da alcuni alti dirigenti al sito Chosun Biz, il colosso coreano avrebbe creato un’organizzazione interna il cui scopo è proprio quello di verificare l’intero processo produttivo del Note 7, dall'approvvigionamento di componenti fino alla produzione, con lo scopo di evitare in futuro che si verifichino altri incidenti simili. Sempre secondo gli stessi dirigenti, nel breve termine il richiamo del Note 7 ha rappresentato una perdita enorme per Samsung, ma fornirà la base per una crescita più solida nel lungo periodo.

Il Samsung Galaxy Note 7 esploso
Il Samsung Galaxy Note 7 esploso

Alla realizzazione del libro bianco, oltre ad alcuni dirigenti di Samsung Electronics, sono stati chiamati anche altri esperti di Samsung SDI, la controllata che si occupa proprio della produzione di alcune parti delle batterie che alimentano i dispositivi del produttore coreano. Da quello che si sa, però, il report rimarrà riservato per uso interno. Per conoscere maggiori dettagli, quindi, dobbiamo sperare in qualche “fuga di notizie” dai laboratori interessati. Comunque vadano le cose, vedremo se Samsung ha imparato la lezione quando, tra pochi mesi, rilascerà il nuovo Galaxy Note 8.