Secondo quanto si apprende, sembra che TSMC voglia aumentare il prezzo dei suoi chipset del 25%; per chi stesse chiedendo quale sarà la conseguenza di questo gesto, sappiate che tutto ciò potrebbe portare ad un aumento dei prezzi degli smartphone per l’utenza finale.

TSMC: la carenza di chipset comporterà un aumento dei costi

Si dice che di recente, Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), il principale produttore mondiale di chipset a contratto, aumenterà i suoi prezzi del 25% a causa della carenza di chip in corso.

Tuttavia, il primo trimestre dell’anno è in fine e la società non ha ancora alzato i prezzi. Ma un nuovo rapporto proveniente da United News afferma che TSMC potrebbe aumentare il prezzo dei suoi wafer da 12 pollici di $ 400.

Ovviamente, questo potrebbe comportare un aumento dei prezzi del 25% che sarà un record assoluto. È interessante notare che l’azienda è passata a nodi di processo a 5 nm per i chipset, rendendoli più potenti ed efficienti dal punto di vista energetico.

Durante la seconda metà del prossimo anno, la compagnia con sede a Taiwan dovrebbe iniziare a spedire chip da 3 nm. Si prevede che il nodo di processo di nuova generazione fornirà il 25-30% in più di potenza e il 10-15% in più di prestazioni agli stessi livelli di potenza.

A causa della forte domanda di chip e della scarsa offerta, TSMC ha ritirato gli sconti offerti ai suoi clienti. Ma l’azienda sta affrontando altre situazioni che sono al di fuori del suo controllo e che sembrano sommarsi alle spese dell’azienda.

La mancanza di pioggia ha creato una grave carenza d’acqua e la città in cui ha sede TSMC ha ricevuto solo la metà della quantità di pioggia nel 2020 rispetto all’anno precedente. Ciò ha costretto l’azienda a predisporre cisterne per l’acqua presso le proprie strutture.

Se TSMC dovesse decidere di aumentare i prezzi dei wafer del 25% e annullare gli accordi precedentemente negoziati con le aziende, gli OEM di telefonia potrebbero finire per sborsare più soldi di quanto previsto e quel costo sarà sicuramente trasferito alle tasche dei clienti.

Fonte:UDN