Purtroppo il mondo intero sta attualmente sperimentando una delle peggiori carenze di semiconduttori mai viste nella storia. Diverse industrie che spaziano dal mercato degli smartphone a quello automobilistico sono state colpite. Adesso, alti funzionari di famosi produttori di smartphone cinesi, Realme e Xiaomi, hanno commentato la questione e l’hanno persino definita come “un problema importante“.

Come si può risolvere la carenza di chip?

Per chi non lo sapesse, c’è una carenza di fornitura di chip in tutto il pianeta, che ha portato a diversi problemi di fornitura in vari segmenti del mercato. Inoltre, questa criticità pare che abbia portato ad un aumento globale dei prezzi e ad un aumento dei valori delle scorte di chip. Ma nonostante l’offerta sia scarsa, la domanda di semiconduttori è ancora in aumento. Secondo un rapporto Yicai, i chip per smartphone sono “completamente esauriti“. Il dirigente di Realme ha dichiarato che i chipset di Qualcomm sono già “sold-out” a causa di una carenza nella fornitura dei materiali, nonché dell’alimentazione e dei dispositivi a radiofrequenza.

Nel febbraio 2021, Lu Weibing, presidente di Xiaomi, ha anche aggiunto che questo scenario non ha una facile risoluzione, anzi. Occorre procedere con cautela. Secondo una fonte vicina alla catena di fornitura degli smartphone, le consegne di materiale di Qualcomm per i suoi chip sono state ritardate di oltre 30 settimane.  Mentre le consegne dei suoi chip audio Bluetooth CSD hanno raggiunto le 33 settimane.

In particolare, questo ha indotto altri marchi come Huawei, OPPO, Vivo e OnePlus, ad aumentare le scorte dei componenti relativi agli smartphone. Come effetto a catena, questo ha ulteriormente aggravato la situazione, mettendo a dura prova i fornitori di chip che hanno i loro siti in esecuzione a pieno regime.

Secondo un analista del settore di Taiwan, “Attualmente, i processori per telefoni cellulari, i chip per la gestione dell’alimentazione PMIC e i chip per microprocessore MCU sono esauriti“. Allo stesso modo, Han Jinman, vicepresidente esecutivo del business dei chip di Samsung, ha anche affermato che, “poiché la carenza di approvvigionamento delle fonderie di chip è diventata un problema globale, la fornitura di altri componenti semiconduttori potrebbe influenzare la domanda di dispositivi mobili“.

Fonte:Gizmochina