G

li adolescenti sembrano essere la fascia d’età più a rischio per quanto riguarda i danni da un’uso eccessivo del telefonino.
Anche se ancora non sono stati dimostrati i danni dalle emanazioni elettromagnetiche dei cellulari, rimangono comunque molti motivi di apprensione per i genitori.
Nei mesi scorsi abbiamo visto come i cellulari (insieme ad altri gadget elettronici) sottraggano ore di sonno ai ragazzi, di come in molti casi provochino dipendenza e influenzino pesantemente la loro vita sociale e di come possano provocare danni fisici.
Un utilizzo prolungato del cellulare per inviare SMS (così come videogiocare per molte ore), infatti provoca un notevole stress alle articolazioni che si tramuta in dolori intensi a polsi e dita.
Questa condizione è aggravata dal fatto che moltissimi ragazzi non abbandonano i messaggini per timore di essere tagliati fuori dal giro dei propri amici e dalla progressiva miniaturizzazione degli apparecchi, i tasti sempre più piccoli provocano movimenti più dannosi.
I chiropratici consigliano, per cercare di ridurre i danni e prevenire l’insorgere dei sintomi, di digitare più lentamente, di effettuare esercizi di stretching a collo, braccia e mani e, ovviamente, di cercare di ridurre il tempo passato ad utilizzare cellulari e console.