Il progetto di TIM di ridurre le emissioni di anidride carbonica e di diventare un’azienda eco friendly sta prendendo forma. La mission dell’operatore, infatti, è di conseguire la carbon neutrality entro 10 anni.

Già a partire da queste settimane TIM dovrebbe iniziare a produrre SIM Green con formato dalle dimensioni ridotte e con l’utilizzo di plastica riciclata al 60%. Un piccolo gesto moltiplicato per un gran quantitativo di piccole card, un passo importante nella direzione della sostenibilità ambientale.

TIM Green

L’obiettivo di TIM è quello di diminuire l’impatto ambientale con prodotti sempre più ecosostenibili. Questo interessante progetto permetterà all’azienda di risparmiare fino a 13 tonnellate l’anno di plastica utilizzata per le varie SIM, materiale informativo ed altro. Niente male per essere un “piccolo” gesto basato su di una semplice scelta progettuale.

Per di più, la stessa azienda attraverso TIM Next e TIM Supervaluta permette al cliente di restituire o sostituire con il nuovo il suo smartphone attuale.

I device restituiti dal cliente oltre a dare benefici promozionali per l’acquisto di un modello più recente, permettono all’azienda di riportare allo stato di fabbrica il dispositivo usato e quindi di dare nuova vita allo smartphone. I telefoni ricondizionati verranno poi resi disponibili all’acquisto e permetteranno quindi al cliente anche di risparmiare soldi con un occhio all’ambiente.

Infine, anche per i dispositivi a marchio TIM come i modem o i cordless è previsto l’impiego di materiali riciclati ed ecosostenibili sia per quanto riguarda il packaging sia per la costruzione in sé.

Fonte:Mondo Mobile Web