La serie Galaxy A si posiziona generalmente subito dietro i Galaxy S. Samsung punta molto su questi dispositivi e adesso porta sul mercato la terza generazione di A3 e A5, con alcuni miglioramenti rispetto alle precedenti versioni. Ma basteranno a rendere superfluo l’acquisto di un Galaxy S7, modello che è sceso di prezzo con l’uscita del Galaxy S8 e che – per caratteristiche tecniche – è ancora comparabile con la nuova serie A?

sim
Non convince la decisione di Samsung di non permettere l’installazione delle app sulla schede di memoria.


Design semplice ed elegante

Già il predecessore aveva un aspetto chic con l’ampio utilizzo di vetro, ma i Galaxy A3 e A5 (2017) fanno comunque un passo avanti: come per il Galaxy S7 anche il nuovo A5 ha il vetro curvo. A prima vista, la somiglianza con il Galaxy S7 è impressionante, e le cose in comune non si fermano qui: c’è anche il case impermeabile. Infine, il “piccolo” A3 integra uno scanner di impronte digitali.

impermeabile
I case sono impermeabili fino a 1,5 metri. Non sono adatti però alle immersioni in acqua salata o clorata.


Galaxy A3, si usa bene con una sola mano

Come i suoi predecessori, il Galaxy A5 ha un display da 5,2 pollici con risoluzione Full-HD, mentre il Galaxy A3 ha un display da 4,7 pollici HD. L’A3 è quasi una rarità nel panorama degli attuali smartphone Android di fascia medio/alta, visto che è abbastanza piccolo da poter essere utilizzato con una sola mano. Mentre il design raggiunge il livello degli Apple, il nuovo Galaxy A3 ha una dotazione hardware un po’ inferiore, e per questo non è una reale alternativa Android all’iPhone 7.

Come gira l’hardware?
Anche in laboratorio, i Galaxy A evidenziano dei miglioramenti rispetto alla serie precedente: per entrambi lo schermo raggiunge una luminosità di 600 cd/mq, e questo dovrebbe garantire una maggior leggibilità rispetto a quello della vecchia serie, anche all’aperto nelle giornate estive. Grazie al display Super AMOLED, inoltre, il contrasto è ancora maggiore. Anche il processore è stato interessato da piccoli miglioramenti: il Galaxy A5 ora risponde più velocemente rispetto al suo predecessore e ha 3GB di RAM, una quantità sufficiente per eseguire più applicazioni contemporaneamente, mentre l’A3 ha solo 2GB di memoria, un po’ poca. Un grande vantaggio, soprattutto dell’A5, proprio come nella generazione precedente, è la durata della batteria: con un uso tipico l’A5 regge per più di 14 ore, circa cinque ore e mezzo in più rispetto al Galaxy S7. L’A5 inoltre può essere ricaricato più velocemente tramite la porta USB Type C, cosa che sull’A3, purtroppo, non funziona, nonostante abbia anch’esso lo stesso tipo di porta. Miglioramento importante dell’A5: la memoria interna è stata raddoppiata e ora è di 32GB (20,8GB utilizzabili), mentre l’A3 deve accontentarsi di soli 8,7GB liberi. Troppo poco.

speaker
Lo speaker è spostato sul lato destro. Manca però una vera riproduzione stereo.


Fotocamera: luci e ombre

Raramente in questa fascia di prezzo la messa a fuoco automatica è veloce come quella dell’A5, che lavora con la tecnica “Phase change”, come le reflex. Alla luce del giorno entrambi i modelli scattano buone foto, ma non raggiungono mai il livello del Galaxy S7. In condizioni di scarsa illuminazione, le immagini sono scarse. A sorpresa, la fotocamera frontale dell’A5 (16 megapixel) è peggiore rispetto a quella dell’A3 (8 megapixel). La qualità video è buona per entrambi, ma mancano extra come la registrazione 4K o lo slow motion.

Conclusioni
I nuovi smartphone Galaxy A non solo si presentano come smartphone top, ma in laboratorio il Galaxy A5 (2017) si è pericolosamente avvicinato all'ex modello di punta S7, l'unico comparabile con la serie A 2017 (i nuovi Galaxy S8 sono decisamente su un altro livello). In effetti, tra i due, il solo elemento di spicco è l’ottima fotocamera del Galaxy S7. Anche il Galaxy A3 (2017) è un valido dispositivo Android, peccato che abbia poca memoria. Chiudiamo con una precisazione sui voti finali espressi nella tabella: 4 stelle per tutti i tre i device. Non è esattamente così, ma non ci sono differenze sostanziali da assegnare voti molto diversi. In una classifica con i decimali la spunterebbe il Galaxy S7, con a seguire A5 e A3. Si potrebbe sintetizzare così: 4+ (Galaxy S7), 4 (Galaxy A5 2017) e 4- (Galaxy A3 2017).

A seguire trovate la tabella con tutti i risultati del test. Per ingrandire
l'immagine è sufficiente cliccarci sopra.

Tabella Galaxy A small
Tabella Test Galaxy A3/A5 2017