Secondo quanto riferito, Tencent Games è in trattative con gli Stati Uniti per mantenere attivi gli investimenti nella divisione gaming in territorio USA.

Tencent e lo strano rapporto con gli USA

Tencent Holdings, uno dei giganti cinesi, sta negoziando accordi con il pannello di sicurezza nazionale degli Stati Uniti per richiedere il permesso di mantenere le sue quote di proprietà nelle società di gioco con sede negli Stati Uniti come Riot Games ed Epic Games; questo è quanto riferito dal portale di Reuters che ha citato persone che hanno familiarità con la questione .

Il rapporto aggiunge che Tencent è in trattative con la commissione per gli investimenti esteri negli Stati Uniti (CFIUS) dallo scorso anno. Il comitato ha l'autorità di ordinare al gigante tecnologico cinese di cedere le sue partecipazioni negli Stati Uniti.

D'altra parte, il rapporto aggiunge che il CFIUS ha verificato se la gestione dei dati personali dei loro utenti da parte di Epic Games e Riot Games costituisca un rischio per la sicurezza nazionale a causa della loro proprietà cinese.

Per coloro che non lo sanno, Tencent detiene circa il 40% di partecipazione in Epic Games, che è il creatore del popolare gioco Fortnite. Il gigante cinese aveva acquistato una quota di maggioranza in Riot Games nel 2011 e ha acquisito la quota rimanente nel 2015. Riot Games è lo sviluppatore di League of Legends.

Un portavoce di Riot ha detto a Reuters che la società opera indipendentemente da Tencent e che ha implementato “pratiche leader del settore” per proteggere i dati dei giocatori.

La commissione per gli investimenti esteri negli Stati Uniti (CFIUS) ha represso la proprietà cinese delle risorse tecnologiche statunitensi negli ultimi anni in mezzo ad un'escalation delle tensioni tra i due paesi sul commercio, i diritti umani e la protezione della proprietà intellettuale. Gli Stati Uniti temono che i dati dei propri cittadini possano finire nelle mani del governo del Partito comunista cinese.

Fonte:Reuters