Sony ha appena presentato il sensore di immagine CMOS IMX661 avente un numero di pixel semplicemente pauroso: ben 127,68 Mpx. Nessun chipset si era spinto così tanto finora e questo potrebbe essere soltanto l’inizio di una grande rivoluzione all’orizzonte.

Sony: 127,68 Mpx possono bastare?

C’è stata una crescente necessità di sensori per telecamere di alta qualità che potrebbero essere utilizzati in applicazioni industriali in cui i requisiti di pixel elevati eclissano la capacità esistente dei sensori di immagine convenzionali. Nel perseguire il desiderio di avere un impatto sul mercato delle telecamere per apparecchiature industriali, Sony sta spingendo notevolmente il suo brand presentando un sensore d’imaging che verrà implementato in una serie di importanti applicazioni industriali. Il CMOS IMX661 ha un otturatore globale e il numero di pixel più alto mai visto finora: 127,68 megapixel.

Si prevede che questo nuovo elemento di Sony nello spazio delle apparecchiature per telecamere industriali produrrà alcuni cambiamenti radicali nel settore. Con questa nuova tecnologia infatti, insieme alla sua Pregius Shutter Pixel, l’IMX661 consentirà un’elaborazione delle immagini ad alta velocità ad un ritmo circa quattro volte più veloce di quello che si ottiene attualmente. Quello a colori, così come la sua controparte in bianco e nero, dovrebbe iniziare la spedizione tra aprile e maggio del 2021.

Il sensore d’imaging è dotato di una serie di funzionalità di elaborazione del segnale che lo rendono una scelta ovvia in diverse applicazioni industriali. Il CMOS IMX661 è chiaramente un riflesso del duro lavoro e dell’impegno dell’unità di ricerca e sviluppo (R&S) del gigante dell’elettronica giapponese.

L’unità di ricerca e sviluppo di Sony ha ottenuto a tal proposito, ottimi risultati nel concettualizzare e progettare questo prodotto innovativo, capace di riempire perfettamente l’enorme vuoto attualmente esistente nel complesso mondo delle applicazioni per telecamere industriali. Le previsioni sono rosee: si ipotizza che l’IMX661 possa venire accolto con entusiasmo dagli addetti ai lavori. Staremo a vedere.

Fonte:Gizmochina