Nei primi mesi dell’anno non tutti i nuovi smartphone vengono presentati durante il CES di Las Vegas o il MWC di Barcellona. Sony, ad esempio, ha deciso di lanciare il suo nuovo Xperia E4 ieri: ossia 3 settimane prima che si apra la fiera spagnola.

Il nuovo device – lo si capisce dal nome – è un nuovo apparecchio di fascia medio-bassa che va a sostituire l’E3, presentato a settembre dello scorso anno. A differenza di quest’ultimo, però, l’E4 presenta un display decisamente più grande: si è passati dai 4,5 ai 5 polici, da una risoluzione 480 x 854 pixel (circa 218 PPI) a una da 540 x 960 pixel (circa 220 DPI), che comunque è un passo avanti pur non facendo gridare al miracolo.

Sony Xperia E4
Sony Xperia E4

Dietro il pannello dello schermo, a gestire l’apparecchio, troviamo un SoC di Mediatek con 4 core di tipo Cortex-A7, "clocckato" a 1,3Ghz e coadiuvato dalla GPU di tipo Mali-400MP2: insomma dovrebbe trattarsi del modello MT6582, ma non è del tutto chiar, perché nelle specifiche ufficiali di parla di una GPU Adreno 330, che sappiamo essere presente solo nella serie 800 dei chip Qualcomm Snapdragon. A tutto ciò, comunque, si vanno ad aggiungere 1GB di RAM e 8GB di memoria per app e dati, sempre espandibile via schede microSD. Se vi dovesse sembrare un po’ pochino, considerate che si tratta tuttavia di una capacità doppia rispetto al modello precedente, che di spazio per la memorizzazione aveva appunto solo 4 GB.

Per le fotocamere Sony ha scelto di fare affidamento su una lente da 5 megapixel per il retro (capace di registrare video anche a risoluzione 1080p e di scattare in HDR) e su una da 2 megapixel per il frontale (che registra a 720p); quest’ultima, anche se non eccelle in quanto a qualità, è comunque un upgrade rispetto a quella montata sull’Xperia E3 che aveva una risoluzione VGA. Per quanto riguarda la connettività, Sony non s’è risparmiata. Anche se non è possibile usare l’Xperia E4 su reti LTE, l’apparecchio può comunque fare affidamento su reti 3G HSPA e WiFi, oltre ad avere a bordo la tecnologia Bluetooth in versione 4.1, la radio FM e tutta la tecnologia audio che si trova solitamente sugli smartphone di questo produttore, come ad esempio xLOUD.

Il design dell’apparecchio è molto pulito, anche se non propriamente compatto (visti i 5 pollici di schermo); si fanno apprezzare i bordi arrotondati e il tasto dedicato agli scatti fotografici sul fianco destro. Un po’ meno il bilanciere del volume, messo sempre sulla destra, ma parecchio in basso. Il materiale del retro è la plastica. Due le versioni disponibili: bianco o nero. In entrambi i casi la parte frontale è di colore nero. 

Per la batteria l’utente che userà questo smartphone dovrà fare affidamento su 2.300mAh, che non sono pochi se si pensa che Sony dichiara un’autonomia media di 2 giorni, misurati attraverso dei test “condotti in laboratorio da Sony Mobile Communications AB nel mese di settembre 2014 in condizioni di utilizzo attivo corrispondenti al profilo utente smartphone tipico”.

L’Xperia E4 di certo arriverà anche sul mercato italiano, la sua scheda è già stata inserita nella sezione italiana del sito sonymobile.com. Da noi però l’apparecchio sarà probabilmente venduto solo in versione Dual SIM. Nessuna notizia si ha al momento sul prezzo al pubblico o sulla data ufficiale di release, anche perché l’apparecchio non è stato annunciato con grande clamore.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum