Sono noti a tutti i problemi di surriscaldamento dei processori Snapdragon 810, tant’è che – come riporta Gizmochina.com – molti produttori preferiscono un più collaudato e, quindi, meno problematico Snapdragon 808.

La pagina Weibo parla chiaro (per chi mastica un filino di cinese)
Weibo parla chiaro (per chi mastica un filino di cinese)

Parallelamente alle preoccupazioni sulla resa dell'810, crescono le voci in difesa del suo successore, lo Snapdragon 820. Voci lusinghiere che lasciano ben sperare. Già lo aveva fatto Qualcomm, sostenendo che il suo nuovo processore sarebbe stato esente da problemi di calore, ma l'autorevole voce di Kevin Wang, direttore di ricerca presso l'IHS Tecnology China, ne avvalora l'affermazione sostenendo sulla sua pagina Weibo come i 4 kernel personalizzati e il processore da 14 nanometri dello Snapdragon 820 rendano impossibile qualsiasi problema di surriscaldamento nei nuovi chip, e incoraggiando i produttori ad usarlo sui propri dispositivi.

Molti produttori, compresa Samsung – come sostiene Gizmochina.com – hanno già iniziato a usare il nuovo processore di Qualcomm per i prossimi propri prodotti, alcuni dei quali potrebbero essere presentati anche entro la fine dell'anno. Come, ad esempio, Xiaomi, indiziata numero uno ad usare lo Snapdragon 820 già nel Mi5, suo top di gamma di prossima uscita.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum