Oggi si è saputo dell'azione lanciata dal team di Signal messenger. L'azienda ha distribuito annunci mirati su Instagram con molti post differenti fra loro che condividevano informazioni personali sugli utenti. Questo è stato fatto per mostrare quali dati Facebook raccoglie sul suo pubblico.

Signal si scaglia contro Facebook

In definitiva, ogni utente ha visto le informazioni di base su se stesso che il social network raccoglie e vende alle aziende di terze parti. Pertanto, tutti possono vedere i dati sul loro lavoro, la geolocalizzazione, gli interessi personali e persino le relazioni.

Come afferma Signal nel suo comunicato stampa, “gli strumenti di Facebook possono rivelare cose su di te che nessun altro può. Tuttavia, negli annunci che appaiono agli utenti; puoi già vedere che gli estranei sanno ancora di più su di te di te. Volevamo utilizzare gli stessi strumenti per mostrare direttamente come funziona questa tecnologia e abbiamo appena acquistato un annuncio su Instagram ”.

Ad esempio, uno degli annunci reca scritto:

Ti sei imbattuta in questo annuncio perché sei un ingegnere chimico e adori il K-pop. Questo annuncio analizza la tua posizione e vede che ti trovi a Berlino. Tuo figlio è nato da poco e tu ti sei trasferita. Ultimamente hai fatto molto esercizio post parto.

Alla fine, Facebook ha bloccato l'account pubblicitario di Signal e ha sospeso questa campagna pubblicitaria. A proposito, Facebook e Instagram hanno recentemente annunciato che il monitoraggio delle informazioni su iOS aiuta i servizi a rimanere gratuiti e ha inviato agli utenti notifiche appropriate.

signal

In precedenza, si è saputo che un database di oltre 533 milioni di utenti Facebook era stato pubblicato su uno dei forum degli hacker. Tra l'altro, di pubblico dominio erano i dati di Mark Zuckerberg che, come si è scoperto, utilizza Signal e non il suo software proprietario.

Come risultato della clamorosa fuga di notizie, il numero di telefono, l'indirizzo, l'identificativo personale e alcuni altri dati di Mark Zuckerberg sono stati disponibili gratuitamente per tutti. I dati del capo di Facebook sono stati scoperti da Dave Walker, un ricercatore che lavora nel campo della sicurezza informatica. Ora ha rivelato che il numero di telefono di Zuckerberg è collegato a un account su Signal, un messenger di crittografia end-to-end che è un diretto concorrente del servizio WhatsApp di Facebook.

La compagnia americana ha rifiutato di commentare pubblicamente tutto ciò.

Come “remind me”, la nuova politica sulla privacy di WhatsApp suggerisce che il servizio potrebbe condividere i dati degli utenti con altre società di proprietà di Facebook. Le modifiche entreranno in vigore il 15 maggio; e prima di quella data, tutti gli utenti di WhatsApp devono accettare le nuove regole; altrimenti non potranno più utilizzare il messenger.

Fonte:Gizmodo