L'associazione dei consumatori olandese, Consumentenbond, ha chiesto ufficialmente a Nokia di indagare sulle recenti esplosioni di alcuni dei propri cellulari avvenute nei Paesi Bassi. Di recente, infatti, due cellulari Nokia sono esplosi, causando ferite ai propri possessori. Nel primo caso, avvenuto in un supermercato, il telefonino ha preso fuoco mentre si trovava nella tasca della giacca di una signora olandese. Dopo l'accaduto si additò come causa la batteria non originale utilizzata dalla signora. Di recente, però, è avvenuto un secondo caso e stavolta la batteria a corredo era originale Nokia.

Due casi in tanto poco tempo non sarebbero casuali, secondo la Consumentenbond, che per questo motivo ha chiesto alla casa finnica di indagare sui fatti. Il problema potrebbe essere da imputare anche ai caricabatteria non originali e di dubbia provenienza, che rovinerebbero anche le batterie originali Nokia, causandone l'esplosione in casi limite.