Foxconn ha acquisito Sharp all’inizio di quest'anno e ha costituito una joint-venture, Sakai Display Products. Sakai (e prima Sharp) era solita fornire pannelli TV LCD a Samsung (5 milioni di unità all'anno) per l'equivalente dell'11% della produzione mondiale. L'azienda Foxconn ha però appena tagliato i legami con Samsung, anche se il produttore coreano deve ancora ricevere un totale di 2-3 milioni di pannelli da 40 e 60 pollici. Il motivo? Il calo dei prezzi dei pannelli LCD.

Logo Sharp

I nuovi proprietari della società prevedono un ritorno di grossi utili nel primo trimestre del 2018 e avrebbero tentato di negoziare prezzi più alti con il colosso sudcoreano, senza però riuscirci. L'azienda si concentrerà quindi su televisori Sharp Aquos, per raddoppiare le vendite a 10 milioni di unità nel 2018 prendendo di mira i mercati emergenti.