Il brevetto depositato da LG risalirebbe addirittura al 2015, ma se ne hanno notizie solo adesso. Il colosso sud coreano avrebbe pensato ad uno smartphone con schermo pieghevole, ma anche trasparente. Un’idea al momento parecchio astratta, ma sembra che l’hardware per poter sviluppare un prodotto di questo genere esista già.

Il futuro è pieghevole e trasparente

I device pieghevoli inizieranno ad essere venduti nel 2019, ma ci vorrà un po’ perché diventino un prodotto diffuso in massa. Ci sono ancora alcune barriere da superare, come la percezione di device estremamente delicato e – soprattutto – il prezzo.

Sembra però che LG sia intenzionata a portarsi avanti con il lavoro, almeno stando al particolare brevetto che mostra uno smartphone dotato di un pannello flessibile ed anche trasparente.  Solo una parte, quella dedicata all’alloggiamento di hardware e batteria, sarebbe in metallo o plastica.

L’idea è molto originale, ma non siamo certi che il colosso sud coreano voglia svilupparla, almeno per il momento. L’approccio di LG all’era dei pieghevoli è stato molto differente, meno affascinante, ma più concreto. Basti paragonare l’avveniristico Huawei Mate X con LG V50 ThinQ (ed il suo dual screen) per capire cosa intendiamo.

Dunque, se da un lato non è escluso che l’azienda sia già in possesso della tecnologia per realizzare i primi prototipi di questo genere, dall’altro dubitiamo che stia meditando di lanciarsi in un progetto come questo. Probabilmente, il brevetto esiste perché – ad ogni modo – LG ha voluto tutelare la propria idea, a prescindere dall’intenzione di realizzarla.

Inoltre, i primi software ottimizzati per smartphone pieghevoli sono attualmente in fase di sviluppo: è presto per concepirne alcuni pensati per schermi trasparenti.

Fonte: Gizchina