Huawei Mate X è il primo smartphone pieghevole dell’azienda cinese e fra i primissimi al mondo ad essere stati lanciati. Un concentrato di tecnologia che gli è valso un importantissimo riconoscimento: uno dei premi GLOMO assegnati direttamente da GSMA, che organizza ogni anno il Mobile World Congress.

Huawei Mate X: oltre al flessibile c’è di più

Il premio non è arrivato soltanto per il particolare form factor del device, basato sul display flessibile, ma anche per altri fattori che – combinati insieme – gli hanno permesso di essere definito il miglior nuovo dispositivo portatile connesso presente al MWC 2019 ( “Best New Connected Mobile Device of Mobile World Congress 2019”). Fra le tecnologie a bordo c’è chiaramente il supporto al 5G, la particolare cerniera meccanica Falcon Wing, la ricarica SuperCharge ed anche il nuovo modo di concepire l’interazione fra uomo e smartphone. I giudici del GSMA, incaricati di valutare i candidati ai diversi premi GLOMO, si sono espressi così su Mate X:

“Come è possibile vedere dalla rosa dei candidati, la competizione per aggiudicarsi il Best New Connected Mobile Device al MWC 2019 è stata particolarmente intensa. Tra i device di livello molto elevato che hanno partecipato alla competizione, i giudici hanno ritenuto che HUAWEI Mate X fosse il più innovativo, capace di aprire una nuova era per il settore degli smartphone. In particolare, lo schermo pieghevole e la tecnologia 5G hanno ci hanno convinti a premiare Huawei”

Anche Mate 20 Pro fra i vincitori

Il primo smartphone pieghevole dell’azienda non è stato l’unico ad essere premiato dagli organizzatori del Mobile World Congress. Il riconoscimento di “miglior smartphone dell’anno” è andato a Mate 20 Pro, che abbiamo testato approfonditamente e ci sentiamo di classificare probabilmente come il miglior flagship presentato nel 2018. Un device con una serie di feature innovative a bordo, che gli consentirà di reggere anche la più agguerrita concorrenza dei device di punta di quest’anno.