Il mese scorso, Samsung ha annunciato che offrirà quattro anni di supporto software a diversi dispositivi Galaxy. Il colosso sudcoreano ha prestato particolare attenzione alla questione software da quando ha lanciato la sua skin OneUI. Qualsiasi smartphone Galaxy rilasciato dal 2019 in poi, fa parte di questa nuova politica in materia di aggiornamenti. Di fatto, la compagnia ha già promesso tre importanti release del firmware per questi stessi dispositivi.

Samsung: quali sono i telefoni aventi il supporto per 4 anni?

Tre grandi release Android, insieme a quattro anni di aggiornamenti di sicurezza sembrano piuttosto interessanti, ma c’è un problema: ecco cosa ha recentemente annunciato Samsung in merito ai suoi quattro anni di promessa di supporto software.

Come avrete già intuito, l’OEM offre due o tre aggiornamenti principali a seconda del modello di smartphone o tablet. Secondo le nuove informazioni della stessa società, ora Samsung prevede di offrire patch di sicurezza mensili ai suoi smartphone e dispositivi aziendali di fascia alta. Per le ammiraglie di fascia media e meno recenti, la compagnia offrirà aggiornamenti trimestrali. Man mano che ci avvicineremo alla fine del mandato, arriveranno update con minore frequenza.

Il fatto che Samsung offra ancora due aggiornamenti in un anno è abbastanza buono; è davvero meglio che non avere nessun aggiornamento software. Inoltre, la maggior parte dei marchi Android non promette ancora nulla di simile. Speriamo che l’azienda riesca a mantenere la sua nuova promessa.

Ecco l’elenco di questi dispositivi che godranno delle patch di sicurezza trimestrali:

  • Galaxy S8 Lite;
  • Galaxy A6, A6 +;
  • A7 (2018):
  • A8 + (2018);
  • A8 Star, A8s;
  • A9 (2018);
  • Galaxy J2 Core, J3 (2017), J3 Top, J4, J4 +, J4 Core, J5, J6, J6 +, J7, J7 Duo, J7 Prime 2, J7 Pop, J7 Max, J7 Neo, J7 +, J8;
  • Galaxy M10;
  • Galaxy M20;
  • Samsung Galaxy Tab A, Tab A 10.5, Tab S3, Tab S4 e Tab E 8.

Tutti questi dispositivi risalgono al 2017 o al 2018. Detto questo, Samsung continuerà ad aggiungere altri terminali all’elenco nei prossimi mesi. Il gigante sudcoreano sta già spingendo il suo ultimo software One UI 3.1 in modo aggressivo. L’azienda ha già rilasciato il software per i suoi telefoni e tablet di punta e ora sembra che si stia concentrando sulle offerte di fascia media e di fascia bassa.

Fonte:SamMobile