Un insider Samsung ha recentemente confermato che la società non rilascerà più smartwatch basati su piattaforma Android Wear. Solo due anni fa, in occasione della Google I/O 2014, Samsung aveva presentato Gear Live, il suo primo smartwatch Android Wear. Da allora, la società sudcoreana aveva utilizzato la propria piattaforma Tizen per tutti i successivi smartwatch. Circa un anno fa, poi, Samsung ha anche interrotto la produzione del Gear Live.

Samsung Gear Live
Samsung Gear Live

Recentemente, parlando con Fast Company in merito alla decisione di interrompere il supporto ad Android Wear, l’insider della società sudcoreana ha affermato che uno dei motivi è il fatto che Tizen OS consente di fornire più autonomia al device rispetto Android Wear. Samsung spera inoltre che la sua piattaforma Tizen permetterà di differenziare i propri smartwatch rispetto ai tantissimi concorrenti.

Sul fronte negativo, l'azienda ha anche bisogno di spendere un sacco di risorse nello sviluppo di software di base, invece di usare la piattaforma che Google sviluppa e mantiene in proprio. E come se non bastasse, Samsung dovrà probabilmente affrontare altri problemi nello sviluppo delle app compatibili, visto che la maggior parte degli sviluppatori concentrerà gli sforzi su Android Wear e WatchOS.