Samsung Link è arrivato al capolinea. Il 1 novembre è stato il suo ultimo giorno di operatività. La società coreana ha deciso di chiudere questo servizio, anche se non se ne conoscono le vere ragioni.

Samsung Link
Samsung Link

Samsung Link nacque alcuni anni fa ai tempi del Galaxy S III, cioè nel 2012, con il nome di AllShare Play; si trattava di un servizio in grado di mettere in condivisione contenuti tra lo smartphone e altri dispositivi, come smart TV, tablet, computer o altri tipi di display, attraverso la tecnologia DLNA o Wi-Fi Direct. Nello specifico AllShare Play permetteva di gestire i file contenuti nello smartphone o nel tablet attraverso il computer, mentre AllShare Cast permetteva di mandare in diretta il contenuto di uno smartphone o di un tablet su di un televisore o un grande schermo connesso attraverso una delle due tecnologie wireless succitate.
Nel 2013 questo servizio proprietario fu rilanciato con il nome di Samsung Link ma non mutò il suo funzionamento, anzi mantenne la sua identità e si allargò – in un certo senso – permettendo all’utente di mandare in play via Wi-Fi anche contenuti salvati in locale su altri dispositivi connessi alla stessa rete. Per usufruirne basta avere un account Samsung. Molti lo usavano come sistema per trasferire file da un dispositivo all’altro senza usare cavi o software proprietari da installare su pc.

Samsung Link (comunicazione di chiusura)
Samsung Link (comunicazione di chiusura)

La chiusura del servizio Samsung Link stupisce per diverse ragioni. Innanzitutto perché non è stata affatto annunciata, ma è avvenuta improvvisamente, e poi perché Samsung ha continuato a fare degli aggiornamenti al software sino allo scorso mese di ottobre. C’è stata una comunicazione ufficiale da parte dell’azienda – che parla di cambio di “policy per le operazioni interne” – ma non è del tutto chiara. Le vere ragioni di questo improvviso ripensamento sono ancora da indagare.
Chi ha contenuti salvati sui dispositivi registrati attraverso Samsung Link non deve comunque disperare: l’azienda permette ancora agli utenti di recuperare i propri file. Pare sia in corso lo sviluppo di procedure guida per recuperare questi dati e/o cancellarli.