Samsung ha annunciato che nel corso del 2003 investirà circa 1.3 miliardi di Euro per aggiornare i propri stabilimenti Sud Coreani che producono processori per dispositivi elettronici. In particolare ad avvantaggiarsi del nuovo consistente impiego di denaro saranno le linee di produzione dei nuovi chip di memoria da 300 mm, che permettono quasi di dimezzare i costi di produzione per il settore.

I principali concorrenti di Samsung in questo mercato, che vede la sola casa coreana chiudere i propri bilanci del 2002 in attivo, sono la tedesca Infineon e la taiwanese Nanya Technologies, che hanno entrambe lanciato già i propri chip di memoria da 300 mm. Samsung conta di aumentare la produzione di chip di memoria DRAM e Flash Memory nella seconda parte del 2003, grazie proprio all’introduzione del nuovo processore da 300 mm.