Gli smartphone rugged sono una cosa seria, serissima: ne compri uno se sai che il tuo device è costantemente esposto a rischi di rottura dovuti a cadute accidentali, penetrazione di polvere o contatto con l’acqua. Quello dei rugged è anche un settore particolare, esplorato solo parzialmente, dove spesso è difficile orientarsi. Si può trovare un prodotto che sembra di buon livello, a cifre irrisorie, importandolo magari direttamente dalla Cina, con il serio rischio di non ricevere alcun supporto post vendita: dall’assistenza agli aggiornamenti. Oppure si può andare sul sicuro affidandosi a produttori blasonati, ma qui il problema principale è il costo: un rugged phone, soprattutto se top di gamma, può costare molto.

In questa nicchia di device Samsung propone la sua linea Galaxy XCover, che essenzialmente è caratterizzata da smartphone al limite fra l’entry level e il medio di gamma base, che sono proposti a un prezzo contenuto. L’ultimo arrivato è XCover 4S, costa 299,99€ ed è parecchio aggiornato – rispetto ai predecessori – nel design e nella scheda tecnica. Carlo Carollo, vicepresidente della divisione telefonia di Samsung Electronics Italia, ha commentato così l’arrivo del nuovo terminale:

“In Samsung cerchiamo di offrire la migliore esperienza utente possibile, indipendentemente dalle condizioni in cui si opera. XCover 4s ne è un esempio perfetto: unendo l’innovazione di Samsung a un formato robusto, anche chi lavora o si trova in condizioni ambientali estreme può ottenere il massimo dal proprio dispositivo”

Samsung XCover 4S: prezzo, specifiche e uscita in Italia

Entrando più nel dettaglio, a livello d’impatto estetico lo smartphone è come ci si aspetterebbe un rugged: ben equipaggiato contro urti e cadute accidentali. Non mancano le certificazioni MIL-STD 810G (standard militare statunitense) e IP68 (che garantisce protezione contro acqua e polvere). Attenzione però: il terminale non è subacqueo, tuttavia non rischia di rompersi entrando a contatto accidentalmente con l’acqua.

Sotto la scocca, un processore octa core, 3GB di memoria RAM e 32GB di storage interno espandibili tramite microSD fino a 512GB. Il display è un pannello TFT da 5″ con risoluzione HD. Il sistema operativo al lancio è Android Pie, mentre la batteria è da 2800 mAh (in questo caso abbiamo qualche dubbio circa la possibilità di coprire un’intera giornata d’utilizzo).

Il comparto fotografico, che Samsung garantisce essere aggiornato e più performante rispetto al passato, è composto da un sensore posteriore principale da 16MP (con apertura focale f/1.7) e uno frontale – dedicato ai selfie – da 5MP. Molto apprezzato sulla gamma Galaxy XCover è la presenza di un pulsante fisico personalizzabile con le funzionalità più utilizzate.

Lo smartphone sarà disponibile in commercio a partire dal prossimo luglio anche in Italia. Il prezzo di listino è di 299,99€.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum