Il nuovo Samsung Galaxy Note 20 Ultra arriverà il 5 agosto con tutta una serie di interessanti novità, rispetto alla scorsa generazione di phablet con la S-Pen. Nel frattempo, in Rete sono trapelate le immagini e le specifiche che dovrebbero appartenere al dispositivo.

Galaxy Note 20 Ultra: più di 1000 euro?

Stando a quando riferito dai colleghi di WinFuture, il Galaxy Note20 Ultra sarà un device con i fiocchi, a partire dalle specifiche dello schermo che contemplano un OLED dinamico da 6,9 pollici arrotondato sui bordi, con una frequenza di aggiornamento fino a 120 Hertz e formato 19.3: 9. Con una nota di riguardo segnaliamo che il Note 20 Ultra dovrebbe essere il primo smartphone con il nuovo Corning Gorilla Glass 7.

Sotto il cofano del prossimo top di gamma di Samsung nella variante europea dovremmo trovare il processore Exynos 990 Octacore – in grado di toccare fino a 2,7 gigahertz – associato a 12 GB di RAM e, a seconda del modello, con uno storage interno UFS 3.1 da 256 GB o 512 GB, espandibile tramite una scheda microSD.

Per quanto riguarda il comparto fotografico è, ormai, quasi certo che il Galaxy Note 20 Ultra conterà su un sensore da 108 MP e su due obiettivi da 12 MP (teleobiettivo e grandangolare): la cam principale registrerà video 8K e sarà dotata di autofocus omnidirezionale e laser, mentre il teleobiettivo sarà caratterizzato da un sensore in stile periscopico con zoom ottico 5x e Space Space 50x.

Tra le altre caratteristiche tecniche dell’imminente flagship di Samsung troviamo USB-C 3.2, NFC, Bluetooth 5.x, WiFi 6, doppio supporto GPS e altoparlanti stereo AKG, oltre alla certificazione IP68 che permetterà al device di sopravvivere per 30 minuti ad una profondità di 1,5 metri.

Infine, per quanto riguarda l’autonomia energetica, il Galaxy Note 20 Ultra avrà una batteria di 4500 mAh che potrà essere caricata del 50% in 30 minuti grazie alla funzione di ricarica rapida; ovviamente, il telefono supporterà anche la ricarica wireless, oltre ad essere provvisto di due slot per schede SIM del supporto eSIM. Android 10 con l’attuale Samsung One UI 2.x sarà il sistema operativo che troveremo su questo phablet.

Ma tutto questo, quanto costerà agli utenti? Probabilmente bisognerà sborsare ben più di 1000 euro, anche se non vi sono ancora informazioni precise sui prezzi.

Fonte:GSMArena