Si avvicina l’annuncio della nascita di Ipse, il
consorzio che parteciperà alla gara delle licenze UMTS e che riunirà
alcuni fra i più importanti gruppi italiani interessati alla telefonia
mobile della terza generazione, fra cui e.Biscom e gli altri soci del consorzio
Dix.it, Atlanet, Finmeccanica, le Ferrovie ed altri soggetti per il momento
rimasti nell’anonimato.

‘Sui giornali è stato scritto più
di quanto è stato fatto finora – commenta Silvio Scaglia, presidente
di Dix.it – ci sono trattative in corso e spero si possano concludere in tempi
abbastanza brevi. I ritardi sono dovuti alla complessità di un accordo
con tanti partner e alla confusione nelle regole’.

La partecipazione delle Ferrovie dello Stato nel
consorzio Ipse, non è però data per certa. Alla fine della scorsa
settimana Giancarlo Cimoli, amministratore delegato della società, ha
ribadito il proprio interesse ad una eventuale alleanza, a patto che vengano
valutati in modo equo gli ‘assets’ delle Ferrovie, che porterebbero in dote
una rete elettrica che si estende per migliaia di chilometri e una serie di
edifici in gran parte delle città italiane, l’ideale per la realizzazione
delle infrastrutture per la rete UMTS.