L’associazione consultiva indipendente britannica, la National Radiological Protection Board (NRPB), conferma l’esistenza di una serie di rapporti sui vari tipi di effetti dannosi dei telefonini per la salute, anche se molti di essi restano ancora tutti da dimostrare. Ad essere più vulnerabili sarebbero i bambini, a causa del loro sistema nervoso ancora in evoluzione, in grado di assorbire una grande quantità di radiazioni nei tessuti della testa. ‘Raccomandiamo sempre un uso prudente, non abbiamo prove evidenti riguardo i pericoli per la salute derivanti ancora dall’uso delle tecnologie dei telefoni mobili’, ha commentato in una conferenza stampa Williams Stewart, presidente dell’NRPB, aggiungendo la raccomandazione di fare usare il meno possibile i cellulari ai bambini.