Quando PadMate ha lanciato la sua campagna di crowdfunding su Indiegogo, gli auricolari true wireless PaMu Scroll hanno immediatamente incuriosito il pubblico: avevano un design diverso dal solito, un prezzo di lancio (ma solo nel periodo della raccolta fondi) molto interessante ed alcune feature che promettevano bene (come il Bluetooth 5.0). Una volta arrivate le prime unità spedite, le promesse non sono state smentite, al prezzo attuale sono un buon investimento. Eccoli nella nostra recensione.

PaMu Scroll: inconfondibili

Persino gli AirPod, gli auricolari senza fili più famosi di sempre, ormai sono facilmente confusi con alcuni dei tanti cloni (più o meno di qualità) presenti sul mercato, ma a livello di design non c’è rischio che un paio di PaMu Scroll non venga subito riconosciuto. La sua peculiarità principale è nel materiale che ricopre la custodia cilindrica: pelle (sembra tessuto vero, ma potrebbe essere finto e ben realizzato). La chiusura ricorda un po’ una borsetta, una parte morbida si arrotola in semi cerchio e viene bloccata da un magnete.  Sui laterali, da un lato c’è l’ingresso microUSB per la ricarica, mentre sulla destra un indicatore dello stato dello stato della batteria (diversi LED blu).  Il telaio della confezione è realizzato in plastica con dettagli in metallo.

All’interno della pochette ci sono custoditi i due auricolari: il loro design non è male, ma certamente molto più anonimo della custodia. La costruzione è comunque buona, sono abbastanza piccoli, ma calzano bene ed in modo stabile all’interno dell’orecchio: non ho mai temuto di perderle. Se i supporti già montati sulle buds non fossero corretti per il vostro orecchio, potrete cambiarli con un paio di adattatori fra quelli inclusi in confezione.

Qualità del suono e funzionalità

Dopo aver preso gli auricolari dalla loro pochette, alla quale sono agganciati con supporto magnetico e pin per la ricarica della batteria, saranno subito pronti all’uso. La superficie esterna di entrambi gli auricolari è sensibile al tocco e permette quindi di eseguire alcune operazioni senza lo smartphone, nello specifico: rispondere e chiudere una telefonata, mettere in pausa un brano ed ascoltare il successivo oppure (solo con l’auricolare sinistro) richiamare l’assistente vocale (Google Assistant o l’alternativa offerta dal vostro device).

Le cuffiette PaMu Scroll non hanno un pulsante di accensione e spegnimento, avviene tutto in modo automatico: basterà staccarle dalla loro base perché si accendano, mentre si spengono dopo un periodo di inattività. Il pairing è praticamente immediato, il Bluetooth del dispositivo al quale vorrete collegarli non faticherà a trovare gli auricolari. Apprezzata la presenza dello standard Bluetooth 5.0 a bordo dell’accessorio.

Il suono è parecchio alto e sufficientemente di qualità. Non aspettatevi chissà quale nitidezza dei suoni, garantita da prodotti più costosi, ma nel complesso non ci si può lamentare. I bassi sono abbastanza profondi, anche se il suono non è sempre dei più puliti. Se c’è una cosa che ho apprezzato molto è la possibilità di fare telefonate approfittando dell’audio stereo: non sarete costretti ad usare un solo auricolare, come accade troppo spesso con prodotti di fascia più bassa. In più, i microfoni fanno bene il loro lavoro rendendo una conversazione possibile senza che l’interlocutore abbia difficoltà a sentirci. Buono il raggio di copertura del Bluetooth, ma questo dipende anche al dispositivo al quale lo collegherete, ad ogni modo – quando si è in conversazione – è consigliabile non essere troppo lontani dallo smartphone.

La durata della batteria degli auricolari è buona: dipende da quante volte erano collegate e scollegate dal device, ma nel complesso ho superato abbondantemente le due ore e mezzo di ascolto con una ricarica completa (ogni auricolare ha una batteria da 55 mAh integrata). Quando sono nella loro pochette, si ricaricano: le specifiche dichiarano fino a due ricariche aggiuntive. Difficile definirlo con esattezza, perché la tendenza è quella di riporle al proprio posto una volta finito di utilizzarle, senza badare all’autonomia residua, ma vi garantisco che non dovrete avere a che fare con il cavo di ricarica troppo spesso. Esiste anche la ricarica senza fili, ma è opzionale e possibile con un accessorio non sempre incluso nella confezione di vendita.

PaMu Scroll: prezzo e disponibilità in Italia

I discussi auricolari true wireless sono acquistabili anche in Italia. Il prezzo di listino iniziale era di 149$ (circa 130€), ma ormai è possibile comprarli sul sito ufficiale a 79$ (circa 70€) con spedizione gratuita. Se il costo iniziale era un po’ troppo alto, quello attuale è senz’altro più interessante e – in definitiva – rende questo prodotto un buon acquisto.  Inoltre, si possono trovare facilmente anche su Amazon ed Ebay, ma non sono canali ufficiali di distribuzione.

Non sono auricolari per audiofili, ma non è a questo che mirano: si tratta di una soluzione versatile ed affidabile da poter utilizzare tanto con lo smartphone quanto con altri dispositivi compatibili.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum