È una fase in cui le migliori offerte, per eliminare il canone Telecom e navigare in banda larga, vengono dai grandi operatori, siano essi fissi o mobili. La brutta notizia è che i piccoli provider, pionieri delle Adsl nude (senza linea Telecom) non si sono ancora ripresi dai rincari e quindi restano in media poco convenienti.
Le buone notizie sono tre: i grandi operatori fissi hanno cominciato una guerra sulle offerte dual-play (Adsl + telefono), con Tele2 a spingere sul ribasso dei prezzi; migliorano le Adsl no Telecom nelle zone non raggiunte da rete unbundling- e ancor meglio dovrebbe andare dal 2008, con l’arrivo della riforma “bitstream”; diventano più interessanti le offerte flat per navigare via computer su rete mobile.

In zona di unbundling le offerte dual play più economiche sono ora di Wind e di Tele2.
Si consideri che ogni operatore permette il distacco da Telecom tramite Adsl + telefonate flat (illimitate gratuite a numeri fissi nazionali) o semiflat (al solo scatto alla risposta). Lo scatto è sempre di 15 cent, eccetto nella semiflat di Wind (Libero Absolute), dove è 12 cent. Differenza da tenere a mente, perché rende Libero Absolute la semiflat più economica sul mercato (con canone di 29,95 euro/mese). Ora le offerte in unbundling di Libero soffrono per una velocità ancora a 4/0,256 Mbps, ma da Wind dicono a Telefonino.net che faranno l’upgrade a 8 Mbps a gennaio. La doppia flat Libero (Tutto Incluso) costa 39,95 euro/mese, contro i 38,90 di Tele2, a parità di altre caratteristiche. Tele2 è quindi in questo caso la più economica. Tiscali no, ma si distingue per un buon rapporto qualità/prezzo: la flat totale costa 38,95 euro al mese; 28,95 è il canone invece dell’Adsl con la semiflat delle telefonate. Il punto di forza è l’Adsl: a 8 Mbps. Fastweb è più cara, 55 euro/mese per la doppia flat oppure 45 euro/mese per avere solo l’Adsl (con VoIP a consumo), che però è 20/1 Mbps. In più è il solo operatore a fare pagare l’attivazione (45 euro). Tra gli altri, solo Wind prevede una dual play con Adsl 20/1 Mbps, a 49,95 euro/mese, con flat delle chiamate.

Fuori dall’unbundling, giova il fatto che Wind ha appena varato l’upgrade a 7 Mbps; ma offre solo Tutto Incluso e non Libero Absolute. Anche Tiscali è appena passata a 7 Mbps, ma non ha dual play senza Telecom fuori dall’unbundling.
È possibile prendere l’Adsl nuda (senza VoIP) di Tiscali, la quale però soffre dei difetti tipici di questa tipologia di offerte: canone maggiorato e alto prezzo di attivazione. Il dual play di Tele2 è la scelta più economica, avendo velocità Adsl, costi e dual play immutati fuori dalla rete di unbundling. Wind e Tele2, tuttavia, in questo caso hanno le telefonate su VoIP classico (telefoni collegati al router Adsl con adattatore analogico/digitale integrato). In unbundling, invece, le loro telefonate sono con servizio indistinguibile da quello tradizionale, grazie ad apparati che simulano l’rtg (rete telefonica generale), messi in centrale: cioè sono abilitate tutte le prese, il servizio funziona a prescindere dalla banda Adsl e dalla presenza di corrente elettrica a casa…

Il VoIP fuori dall’unbundling al momento è una scelta un po’ azzardata, perché le Adsl rischiano di non avere caratteristiche di affidabilità costante nel tempo, necessarie a sostituire appieno la linea tradizionale. È il motivo per cui Tiscali non ha il VoIP in questo caso; dice però che lo lancerà nel 2008, con l’arrivo della riforma bitstream (nuova offerta all’ingrosso Telecom), che dovrebbe consentire ai provider di dare Adsl con una migliore banda garantita.

Non bisogna infine sottovalutare l’alternativa banda larga mobile, ormai diventata degna di nota come sostituto della linea fissa. Per connessioni di lunga durata, sono interessanti in particolare le offerte di 3 e di Vodafone: Tre.Dati, in 19 euro al mese, ha 5 GB (Umts/Hsdpa; attenzione, non Gprs). Vodafone Casa Internet (da associare a un piano voce Vodafone Casa, anche senza canone)  costa 20 euro al mese e include 100 ore di navigazione da lunedì al venerdì; illimitata nel weekend.
Per chi naviga di meno, ci sono offerte a 9 euro di Wind (50 ore al mese), Tim (100 MB al mese), 3 (50 MB al giorno). Come sempre, la rete è Gprs/Umts/Hsdpa con Vodafone e Wind, Gprs/Edge/Umts/Hsdpa con Tim e Umts/Hsdpa con 3.