Succede molto lontano da qui, ma avrà forti ripercussioni su quel che accadrà qui: il primo Prime Day del 2020 ha inizio in India, in quella che sarà una prova tecnica fondamentale per capire come potrà essere organizzato il Prime Day italiano e tutti gli altri. Una cosa è certa, infatti: il Prime Day si farà. Quando? Settembre, forse Ottobre, una data ancora non c’è ma c’è la certezza dell’evento.

Seppur rinviato rispetto all’appuntamento tradizionale, Amazon non vuole rinunciare al giorno in cui mette in vetrina le offerte per i propri clienti Amazon Prime e pertanto ha dato il via alle programmazioni in ampio anticipo.

Prime Day, si parte con l’India

L’esperimento indiano è basato maniacalmente sull’organizzazione. L’India è infatti uno dei paesi più colpiti (ancor oggi) dalla pandemia e questo costringe il mondo dell’e-commerce e della logistica ad uno sforzo extra in termini di distanziamento, dispositivi di protezione individuale ed ogni altra misura utile al contenimento dei contagi.

Amazon sta approcciando questo processo con un training a distanza delle nuove reclute; sta tracciando i percorsi nei propri magazzini, affinché la semplice segnaletica possa facilitare il distanziamento tra gli operatori aiutando la loro concentrazione sui processi lavorativi; sta gestendo ogni aspetto relativo alla giornata lavorativa degli operatori, affinché possano essere facilitati in ogni elemento.

Il Prime Day indiano è una palestra che tutto il mondo guarderà con attenzione e che con ogni probabilità fisserà i paletti tanto del Prime Day italiano, quanto del Black Friday a livello globale.

Fonte:Bloomberg